Napoli, Complesso monumentale di Donnaregina: firmato accordo tra Federico II, Comune e Diocesi

NAPOLI – Un accordo per la valorizzazione della Chiesa di Donnaregina Vecchia. La Giunta comunale ha approvato un importante accordo di collaborazione tra l’Università Federico II, il Comune e la Diocesi di Napoli per la valorizzazione del complesso trecentesco.

L’accordo, proposto dell’Assessore ai Giovani e al Patrimonio Alessandra Clemente e dall’Assessore ai Beni comuni e all’Urbanistica Carmine Piscopo, prevede l’impegno dell’Università nella gestione dell’autorevole Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio con sede nel complesso. In collaborazione con la Federico II, la scuola – oltre ad ospitare le attività didattiche – sarà sede di convegni, mostre e iniziative culturali.

LEGGI ANCHE
Lavoro nero alla Curia di Napoli. Cardinale Sepe incastrato dal programma "Le Iene"

Allo stesso modo, la Diocesi s’impegna nella gestione delle attività di culto, collaborando a stretto contatto con il Museo Diocesano, che ha sede nella Chiesa di Donnaregina Nuova. Tra gli spazi messi a disposizione della Diocesi rientrano anche quelli della Scuola Bovio-Colletta, all’interno del complesso monumentale.

Soddisfazione per gli Assessori Clemente e Piscopo: «La Chiesa Trecentesca di Donnaregina, parte del più ampio Complesso Monumentale, è tra le più alte manifestazioni della cultura architettonica trecentesca, oltre che simbolo della tradizione del Restauro Architettonico in Italia. L’Accordo di valorizzazione approvato intende dare seguito ad una diversa modalità di valorizzazione del patrimonio culturale pubblico, attraverso la collaborazione istituzionale tra il Comune, l’Università e la Diocesi di Napoli, che tiene conto di altri indicatori, quali il beneficio d’uso e il valore dei servizi che la riattivazione di un bene ha su un territorio e su una determinata collettività».

Potrebbe anche interessarti