La storia del Vecchio Pellegrini: da 400 anni l’ospedale nel cuore di Napoli

ospedale-pellegrini- largo banchi nuoviUbicato nel centro storico della città, l’ospedale dei Pellegrini e l’annessa chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini sono stati fondati dal cavaliere gerosolimitano Fabrizio Pignatelli di Monteleone nel XVI secolo. In seguito l’intero complesso fu affidato alla Confraternità della Santissima Trinità.

Quest’ultima, in particolare, venne fondata a Napoli nel 1578 da sei artigiani – uno dei quali, Bernardo Giovino, fu il promotore dell’iniziativa – per assistere i tanti pellegrini che nel corso dei loro lunghi viaggi sostavano nella città. La prima casa ospitale (Ospedale) venne aperta nel 1579 presso il convento di S.Arcangelo a Baiano. Poco dopo, stante il costante aumento del numero dei pellegrini che chiedevano asilo, fu trasferita in locali più ampi posti nei dintorni di S.Pietro ad Aram. Infine, dal 1591 l’ospedale ebbe sede definitiva nel fabbricato che nel frattempo era stato costruito alla Via Portamedina.

LEGGI ANCHE
Napoli. Sanità e appalti truccati: un ex generale dei carabinieri è tra gli indagati

Sia la chiesa che la struttura ospedaliera furono ampliati poi nel 1769. L’Arciconfraternita ha continuato a svolgere il compito iniziale di accoglienza dei pellegrini per molti secoli, sempre in simbiosi con l’ospedale, tanto che nel 1816 aprì il primo reparto di chirurgia.  Dopo la ricostruzione avvenuta all’indomani della seconda guerra mondiale, diversificò poi le attività in tutti i settori clinici. Nel 1968 per legge la struttura passò alla sfera pubblica e l’Arciconfraternita si staccò dall’Ospedale.

Attualmente l’Ospedale Pellegrini eroga le proprie prestazioni attraverso le sue Unità Operative sia in regime di ricovero che ambulatoriale. La struttura è dotata di Pronto Soccorso, tra cui quello Oculistico, di Rianimazione e Terapia Intensiva ed Unità Intensiva Coronarica. Di  rilievo sono le UU.OO.CC. di Chirurgia della Mano; di Ortopedia e di Oculistica, con il centro di Prelievo e Trapianto della Cornea, importante riferimento per la Campania; e l’attività di Chirurgia Vetroretinica per la gestione delle patologie retiniche e traumatiche con Lista d’attesa dedicata.

LEGGI ANCHE
HIV, test gratuito e anonimo a Napoli: i posti dove farlo

L’Ospedale dei Pellegrini, conosciuto anche come  Vecchio Pellegrini, oggi rientra nel Distretto Sanitario n. 31.

Fonti:
ASL Napoli 1 Centro

Potrebbe anche interessarti