“Delitti al Museo”: i segreti del MANN in video racconti di 90 secondi

Con le nuove restrizioni emanate, cinema, teatri e musei richiudono a pochi mesi dalla riapertura effettiva in seguito al primo lockdown. Nonostante ciò, la cultura ha deciso di non scomparire dalla vita delle persone. Utilizzando ogni mezzo possibile, tra cui le piattaforme social, varie associazioni e musei decidono di portare l’arte nelle case di tutti gli italiani. Ed è proprio lo scopo della collaborazione  tra il libro “Delitti al Museo” e il MANN.

L’iniziativa prevede infatti la pubblicazione e divulgazione, sulla pagina Facebook del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, di piccoli pezzi del nuovo libro Giallo Mondatori, “Delitti al Museo”. Tra le pagine di questo libro, il lettore avrà una nuova visione delle sale e dei corridoi del Museo. Ad essere la voce narrante è infatti un gatto solitario, che osserva il mondo dall’angolazione privilegiata del Giardino della Vanella. Intriganti invece le storie dei capolavori conserva all’interno dell’edificio, le quali si macchiano di un pizzico di mistero.

Si tratta quindi di una vera e propria collaborazione tra la fantasia artistica e quella letteraria. Filo conduttore di ogni storia sarà proprio la riscoperta dei reperti del Museo Archeologico narrati attraverso una nuova prospettiva e molta fantasia sui loro segreti. I veri protagonisti dell’intero volume sono quindi manufatti preziosi, come la lamina orfica che corredava un’antica sepoltura, e le Sezioni, in primis quella Egizia.

Il volume, curato da Franco Forte e Diego Lama, racchiude le storie di noti giallista italiani, ovvero Diego Lama, Diana Lama, Andrea Franco, Stefano Di Marino, Carlo Martigli, Giulio Leoni, Romano De Marco, Antonio Fusco, Luigi Guicciardi e Serena Venditto. Sulla pagina Facebook del MANN saranno presto pubblicati dei suggestivi video-racconti di 90 secondi realizzati da alcuni scrittori. Non mancheranno focus diretti sui testi, con post di poche righe di sintesi “emozionale” in abbinamento alle immagini.

Il primo di tutti gli appuntamenti sulla pagina Facebook del Museo è programmato per venerdì 20 novembre. In seguito a questo primo incontro, la pubblicazione dei post riguardanti il libro avverranno di martedì e venerdì.
La promozione dell’antologia “Delitti al Museo” effettuata dal MANN è una vera e propria campagna social che rientra nel progetto “Museo Accessibile”. Obbiettivo principale di questo nuovo progetto è quello di ampliare l’accessibilità al patrimonio Archeologico anche in tempi di Covid-19. Un’accessibilità possibile attraverso la valorizzazione dei libri e il giusto utilizzo di piattaforme social.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più