Obvia, out of boundaries viral art dissemination: le opere d’arte escono dal museo

Erri De Luca

Il 23 febbraio 2016 alle ore 12,00, il Museo archeologico nazionale di Napoli apre le sue porte eccezionalmente per ospitare una performance dello scrittore Erri De Luca.
Il direttore del MANN, Paolo Giulierini, presenterà nella sala del Toro Farnese il progetto di ricerca OBVIA, OUT OF BOUNDARIES VIRAL ART DISSEMINATION, ideato da Daniela Savy, ricercatrice dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e da Carla Langella, ricercatrice presso la SUN e coordinato dal prof. Stefano Consiglio dell’Ateneo Federiciano, con la partecipazione della Prof. Isabella Valente e del dott. Riccardo Staffa.

L’evento prevede

– un reading dello scrittore Erri De Luca che interpreta un brano da lui composto per il MANN.
– una breve performance musicale del pianista Antonio Fresa (compositore delle musiche dell’Arte della Felicità il film cartoon vincitore dell’Oscar europeo 2014)
– la presentazione del fumetto di Blasco Pisapia, disegnatore Disney
– ed altre performance pilota del progetto, anche in questo caso opere inedite e realizzate specificamente per il Museo MANN.
Il progetto è proposto nell’ambito della politica europea e nazionale per l’incremento del pubblico dei beni culturali, concepiti non solo come elemento identitario dello Stato ma anche come preziosa risorsa, fonte di energia culturale ed economica.

Con OUT OF BOUNDARIES si esce fuori dai musei per andare a “catturare” le persone nei loro luoghi quotidiani e consueti richiamando la loro attenzione e inducendoli a visitarli. Far circolare reperti e “frammenti” di musei al di fuori delle mura mediante opere di artisti e designer elaborate nel corso del progetto e che ne forniscono interpretazioni originali con linguaggi contemporanei. Le opere circoleranno in forma di irruzioni e presenze, permanenti o temporanee, in luoghi non convenzionali (aeroporti, metropolitane, alberghi, ristoranti, negozi, spazi aperti della città, stazioni ferroviarie, scuole e università) per poter attivare processi di coinvolgimento diffuso per tutti i target di utenti individuati.

OBVIA è un progetto nato da un’idea di Daniela Savy e Carla Langella che mira ad uscire fuori dai confini fisici dei musei e dei siti culturali per migliorare la fruizione e la valorizzazione.

OUT OF BOUNDARIES significa uscire fuori dalla consueta gestione dei beni culturali per trovare soggetti privati interessati a supportare la gestione dei beni diversamente da come si fa ora, con nuove modalità fondate su iniziative pubblico-private.

Per la pagina facebook dell’evento, clicca qui!

Potrebbe anche interessarti