Sacra Sindone, una copia in mostra a Napoli: come e dove visitarla

Direttamente dal museo diocesano di Torino, approda a Napoli una copia della Sindone, nella chiesa di Santa Maria Regina Coeli nell’antico borgo di due porte all’Arenella. La visita alla copia sarà possibile fino al 6 marzo e sarà corredata da diversi eventi.

La Sindone si presume sia il sudario che avvolse il corpo di Gesù Cristo una volta deposto nel Sepolcro, prima della resurrezione. La reliquia rimanda direttamente alla Passione di Gesù, aiutando lo spettatore a comprendere meglio le sofferenze patite nelle varie fasi della sua condanna, così come descritte dal Vangelo. La Sindone, nella sua storia, avrebbe seguito un percorso a tappe, partendo da Gerusalemme, attraverso Edessa, Costantinopoli, Atene e – in maniera documentata – Lirey e Chambéry per poi giungere a Torino, dov’è custodita tutt’oggi nella cattedrale.

L’evento è stato realizzato grazie all’ordine dei Poveri cavalieri di Cristo e del gran priore Massimo Civale, che hanno avuto la possibilità di condurre a Napoli questa copia entrata direttamente in contatto con la Sindone originale. Per visitare la chiesa e la copia della Sindone l’orario di apertura è dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle 15 alle 20; dal venerdì a domenica 10-12.30 e 15.30-20.30.

Per gruppi, scuole e associazioni le visite possono essere svolte in altri orari preventivamente concordati. Si può telefonare al 334.5383209 previa prenotazione e-mail all’indirizzo: cavaliericristiani@libero.it.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più