“La testa sott’acqua”, uno spettacolo sui giovani e sul dramma del bullismo

Foto pagina facebook Nuovo Teatro Sanità

La testa sott’acqua è il nome dello spettacolo che dall’11 al 13 gennaio si terrà al Nuovo Teatro Sanità di Napoli.

Scritto dall’autrice catalana Helena Tornero, tradotto da Alessio Arena e diretto dal regista di Riccardo Ciccarelli, noto grazie alla serie “Gomorra”, lo spettacolo fa parte del progetto “Circle Festival” dedicato alla drammaturgia europea e realizzato con il sostegno di MIBAC e SIAE.

Ispirato ad una storia vera, la testa sott’acqua parla dei giovani e delle loro difficoltà: l’esclusione sociale, l’intolleranza collettiva, i problemi con i genitori e il bullismo, quest’ultimo considerato tra i più gravi problemi di cui sovente sono vittime numerosi ragazzi e ragazze.

I protagonisti sono un gruppo di giovani: Sara, Stefan, Josué e Thomas.

Frequentano la piscina del quartiere, considerata punto di ritrovo, dove nascono gli amori ma anche un luogo dove possono nascere forti scontri.

Stefan è un ragazzo debole e influenzabile, Thomas è un bullo sicuro di sé che odia tutto e tutti. Tra i due si instaura una folle e alquanto strana complicità.

Quando Stefan vede Josué baciare Sara, di cui è perdutamente innamorato e racconta l’accaduto a Thomas, lui ha già in mente di attuare un piano molto crudele per aiutare l’amico, in modo che Josué possa restare per sempre sott’acqua e venga così dimenticato definitivamente da Sara.

In scena Giampiero De Concilio, Mariano Coletti, Ciro Burzo e Arianna Cozzi, i giovani attori del Nuovo Teatro Sanità di Napoli.

RIEPILOGO INFO
Cosa: La testa sott’acqua
Quando: dall’11 al 13 gennaio 2019
Prezzi: 5 euro a persona
Prenotazioni: 3396666426; info@nuovoteatrosanita.it
Sito ufficiale

Potrebbe anche interessarti