La Primavera è donna: un evento per la difesa e la celebrazione delle donne

Le donne sono ormai al centro delle notizie quotidiane, molte di queste vengono maltrattate e altre addirittura uccise. Le donne, però, non devono essere messe in primo piano solo quando subiscono, ma anche quando devono essere valorizzate. E così fa da ben tre anni l’associazione culturale Passione Infinita, di Barra, quartiere della periferia Est di Napoli. Come già accaduto nelle due precedenti edizioni, anche quest’anno si terrà l’evento ‘La Primavera è donna’, una manifestazione dedicata alle donne. L’evento si terrà domenica 7 aprile dalle ore 9 alle ore 14 in Piazza de Franchis.

Ci saranno laboratori creativi di CartAttack, pittura e carta pesta. Ci sarà anche una banda musicale e la sfilata di una scuola di ballo che partirà da Corso IV Novembre alle ore 10, sede dell’associazione. Verranno consegnati anche dei riconoscimenti alle donne che si sono impegnate socialmente per il territorio.

Noi di Vesuvio Live abbiamo intervistato Peppe Lamagna, responsabile dell’associazione Passione Infinita: “Abbiamo fatto una prima edizione improvvisata, molto limitata. Facemmo disegnare ai bambini dei fiori e li appendemmo in piazza e facemmo un banchetto con le fresie da donare alle donne che passavano in piazza. Nella seconda edizione abbiamo inserito laboratori, gonfiabili, musica e con la donazione di fresie alle donne, come l’anno prima. Quest’anno abbiamo inserito tantissimi collaboratori, associazioni, commercianti che non sono sponsor ma hanno contribuito con cose per allietare la giornata: palloncini, acqua e dolcetti per i bambini. Cerchiamo di trasmettere il valore dell’iniziativa agli altri. Abbiamo invitato varie donne a cui daremo una pergamena per il riconoscimento nel sociale: le consigliere della municipalità, Anna Riccardi con la fondazione che si impegna socialmente, Imma Cerasuolo per il mondo dello sport, Anna Trieste, giornalista, un’esponente delle suore ‘Povere figlie della visitazione’ per la struttura storica. Tutto gira intorno alla figura femminile del territorio“.

Potrebbe anche interessarti