Notti al Museo. Musei aperti di sera, tutti i venerdì

 

nottimuseo

La “rivoluzione”, voluta dal Ministro Dario Franceschini, oltre ad aver introdotto un giorno di gratuità, la prima domenica di ogni mese, per visitare i monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato, introduce un’altra importante innovazione, che avvicina ulteriormente i musei italiani agli standard europei.

Dallo scorso 4 luglio, tutti i venerdì è possibile visitare i principali luoghi di culturali statali anche di sera, grazie al prolungamento degli orari di apertura dei musei in fascia serale dalle 20 alle 22.

Sono stati selezionati in tutta Italia alcuni luoghi della cultura statali particolarmente rappresentativi in termini di numero di visitatori, di valenza architettonica e di importanza delle collezioni ed opere d’arte.

In Campania è possibile visitare, durante le aperture serali, gli Appartamenti storici della Reggia di Caserta.

Inoltre, il primo appuntamento con la “Notte dei musei”ha visto l’apertura della passeggiata esterna all’area archeologica lungo via delle Ginestre a Pompei, il circuito museale complesso Vanvitelliano, la passeggiata esterna all’area archeologica e il padiglione della barca di Ercolano.

A Napoli il Palazzo Reale e il Museo archeologico nazionale, oltre al Museo archeologico nazionale di Paestum.

Un’esperienza imperdibile per tutti i cittadini ed i turisti per vivere l’arte anche di notte, con la speranza che il numero dei luoghi di cultura, fruibili anche di sera, possa aumentare.

Per avere maggiori informazioni sull’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più