FOTO/ Arena Spartacus Festival: pienone per l’omaggio a Rino Gaetano

Arena Spartacus Festival
Foto di Alessio Cinone

Dopo una lunga stagione priva di concerti è ufficialmente ripartita la musica dal vivo a Santa Maria Capua Vetere. La serata d’apertura dell’Arena Spartacus Festivaltenutasi giovedì 10 giugno, è stata un vero e proprio successo. Sono stati circa duecento gli spettatori paganti che, distanziati e dotati di mascherina, hanno cantato le più famose canzoni dell’ironico cantautore calabrese, facendo registrare, per la tribute band di Michele Papale, numerosi applausi a scena aperta.

Michele Papale musicista campano-Foto di Alessio Cinone

Decisiva e coinvolgente la partecipazione di Danilo Scortichini, nipote di Rino, secondogenito di Anna Gaetano: l’aria scanzonata, lo sguardo sornione e la semplicità del linguaggio sono in realtà le caratteristiche di un artista sincero, che a modo suo, come lo zio, va controcorrente, da solista, raccontando le sue storie ed i ricordi a cui è molto legato.

Danilo Scortichini, nipote di Rino Gaetano

Durante una simpatica chiacchierata, poco prima di andare in scena, Danilo ci ha raccontato che soltanto a Roma sono più di cinque le tribute band dedicate a Rino Gaetano, tra cui quella di suo fratello Alessandro, in arte Alessandro Greyvision.

Ad aprire la serata, insieme al direttore artistico Donato Cutolo e al giornalista napoletano Roberto Conte c’era Antonio Mirra, sindaco di Santa Maria Capua Vetere:

Donato Cutolo e Antonio Mirra sindaco di S.Maria C.V.-Foto di Alessio Cinone

E’ doveroso da parte mia esserci, all’Arena Spartacus Festival, in una sereta così bella ed importante, che rappresenta la ripartenza della cultura e dello spettacolo dal vivo nella nostra città. La massiccia campagna vaccinale – ha ricordato il primo cittadino – ci ha dato la possibilità di puntare ad un obiettivo che oramai non è più così lontano e che presto ci farà  riappropriare totalmente della libertà negata e ci permetterà di poter fruire di tutti gli spazi comunali dedicati alle attività sociali e culturali”.

Lungo l’applauso registrato intorno alle ventitré, dopo il quale, terminato lo spettacolo, il pubblico ha lasciato l’Anfiteatro Campano in completo rispetto del coprifuoco, tuttora vigente e fissato entro le ventiquattro.

L’Arena Spartacus Festival ha dunque dato inizio a quattro mesi di eventi che saranno caratterizzati da musica, cinema e teatro, invitando gli spettatori in uno scenario storico e culturale unico, ma soprattutto in un clima di tangibile ottimismo e serenità ritrovata, che ci si augura possa durare il più a lungo possibile.

Rino Gaetano tribute band

Potrebbe anche interessarti