Biblioteche Francescane in mostra e in musica

 

Nonostante gli effetti del consumismo sulla società odierna, il libro non è mai andato fuori moda; conserva fin dalla nascita della stampa a caratteri mobili a opera di Gutenberg, il suo fascino e racchiude in sé storia e cultura. Valorizzare il patrimonio librario è infatti l’obiettivo che le Biblioteche Francescane della provincia del SS. Cuore di Gesù dei Frati Minori si propongono di raggiungere con la promozione di un evento: Biblioteche Francescane in mostra e musica. Un viaggio in itinere che vede coinvolte le biblioteche conventuali del Convento di San Vito in Marigliano, della Basilica di S. Antonio in Afragola e infine quella appartenente al monastero di S. Chiara a Napoli.

L’iniziativa, realizzata grazie al contributo dell’UOD, Promozione e valorizzazione dei Musei e delle Biblioteche della Regione Campania, e fortemente voluta dalla Provincia Napoletana SS. Cuore di Gesù Ordine dei Frati Minori e dall’Associazione Culturale Bonaventura, inizierà il 16 maggio con l’evento inaugurale della mostra: Le cinquecentine e il loro restauro, presso il convento di San Vito in Margliano; all’evento presiederanno P. Salvatore Vilardi, guardiano del Convento S. Vito, P. Eduardo Parlato, segretario alla cultura della provincia napoletana del SS. Cuore di Gesù, Luigi Arrigo, vice presidente dell’Associazione BonaventuraAnita Florio, dirigente settore musei e biblioteche della regione Campania; concluderà P. Agostino Esposito, ministro provinciale del SS. Cuore di Gesù. La mostra sarà aperta al pubblico nei giorni 17, 30, 31 maggio dalle ore 9,30 alle 13,00 e nel pomeriggio dalle ore 17,00 alle 20,30. I visitatori potranno immergersi nel mondo delle Cinquecentine, restituite dalle sapienti mani del maestro artigiano Rosario Niola al loro antico splendore, protagoniste indiscusse di questa prima tappa a Marigliano. Il secondo appuntamento, L’evoluzione del libro: dal manoscritto all’e-book, si svolgerà ad Afragola Basilica di S. Antonio il 6 e 7 giugno, nei locali della Biblioteca conventuale.

Il visitatore compirà un vero e proprio percorso: dal libro antico, in particolare i manoscritti e gli incunaboli, fino ad arrivare all’e-book. La mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 9,30 alle 13,00 e dalle ore 17,00 alle 20,30. Terzo e ultimo appuntamento, Sulle note dei corali,  il 14 giugno, alle ore 20,00, presso il monastero di Santa Chiara a Piazza del Gesù Nuovo, dove la Schola Gregoriana Seraphica interpreterà le musiche presenti nei testi esposti, ossia le corali miniate della biblioteca. Inoltre la serata sarà resa suggestiva dall’accompagnamento di un gruppo di musica popolare, i  Damadakà che faranno “riassaporare” le magiche atmosfere e le suggestioni della Napoli di un tempo. L’obiettivo primario dell’iniziativa è quello di far conoscere l’antico patrimonio librario delle tre biblioteche francescane e aumentare i visitatori e gli studiosi anche in un’ottica di turismo religioso.

Per maggiori informazioni visitate la pagina FB Biblioteche Francescane o prendete visione del video spot su YouTube. Sarà possibile inoltre condividere con gli spettatori commenti, sensazioni, foto, selfie o anche suggerimenti in merito all’evento, digitando l’hastag #inmostraeinmusica.

Potrebbe anche interessarti