“Between Art and Fashion”, a Villa Pignatelli 167 fotografie di artisti di fama mondiale

 

NAPOLI – Nella suggestiva cornice di Villa Pignatelli è possibile visitare, fino al 10 marzo, la mostra “Between Art and Fashion_Fotografie dalla collezione di Carla Sozzani” a cura di Fabrice Hergott. L’esposizione giunge per la prima volta in italia dopo essere stata presentata alla Galerie Azzedine Alaïa di Parigi nel 2016, al Museo des Beaux-Arts di Le Locle in Svizzera nel 2017 e alla Fondazione Helmut Newton di Berlino nel 2018.

La mostra, organizzata dal Polo museale della Campania con la collaborazione di Incontri Internazionali d’Arte, espone ben 167 scatti di 87 fotografi di fama mondiale, tra i quali: Berenice Abbott, Richard Avedon, Lillian Bassman, Louise Dahl-Wolfe, Horst P. Horst, William Klein, Don McCullin, László Moholy-Nagy, Sarah Moon, Daido Moriyama, Helmut Newton, Irving Penn, Man Ray, Leni Riefenstahl, Paolo Roversi, Alfred Stieglitz e Francesca Woodman. Tra gli scatti più celebri ricordiamo “Gli Italiani si voltano” di Mario De Biasi, “Hands, Hands…” di Horst P. Horst, “Paris Rues Saint Jacques” e “6 May 1968” di Giles Caron.

La mostra “Between Art and Fashion” è accompagnata da un catalogo con oltre duecento fotografie della collezione di Carla Sozzani. Il volume, che si presenta come un vero e proprio oggetto artistico, è pubblicato dall’Associazione Azzedine Alaïa in collaborazione con Carla Sozzani Editore. Il catalogo è impreziosito da una prefazione di Azzedine Alaïa e da un’intervista di Fabrice Hergott a Carla Sozzani. Non mancano, inoltre, i saggi di critici di studiosi di calibro internazionale come Germano Celant, William A. Erwing, Emanuele Coccia, Barbara Carnevali, Donatien Grau e Jean Louis Scheffer.

«La collezione di fotografia di Carla Sozzani – scrive Fabrice Hergott nel catalogo della mostra – non è convenzionale. Il suo frequente contatto personale con i fotografi, il fatto che li abbia presentati nella sua galleria di Milano, ha comportato una conoscenza intima. E queste scelte, frutto di un’esperienza attraverso il tempo, hanno permesso di evitare l’errore, fatale per una collezione o una mostra, di voler applicare a priori un’idea».

L’esposizione è impreziosita da una retrospettiva sull’opera di Francesca Woodman, tra le principali fotografe del XX secolo, anch’essa proveniente dalla collezione di Carla Sozzani. Nata a Denver nel 1958 e morta a New York nel 1981, la ricerca fotografica di Francesca Woodman si è sempre focalizzata sul rapporto tra il corpo e lo spazio e sul modo in cui tale relazione possa essere mostrata attraverso la fotografia. La retrospettiva è a cura di Maria Savarese e sarà esposta nella Galleria Al Blu di Prussia – Fondazione Mannajuolo.

Informazioni
Orario: 10.00 – 17.00 (ultimo ingresso ore 16.00) – Martedì chiuso
Ultimo giorno: 10 marzo 2017
Ingresso: € 5,00

Potrebbe anche interessarti