Buccirosso tartassato alla Totò, ma il suo spettacolo lo mette nel mirino della Finanza

Carlo Buccirosso

Il noto artista napoletano, Carlo Buccirosso, nato nel capoluogo campano il 7 luglio del 1954, in queste settimane sta proponendo il suo ultimo spettacolo che sta riscuotendo un successo davvero clamoroso. Il bravo attore partenopeo, presente anche nel film che ha vinto l’Oscar, La Grande Bellezza, è attualmente tartassato dalla Guardia di Finanza.

Il tutto sembra partire dal suo spettacolo: “La vita è una cosa meravigliosa“. La storia racconta di un ferroviere, magistralmente interpretato da Buccirosso, il quale è letteralmente perseguitato dalla Guardia di Finanza. La reazione dei finanzieri napoletani sembra non sia stata molto positiva: infatti qualche mese fa dei finanzieri, veri, hanno predisposto un controllo nei confronti dell’attore e dalle ultime notizie pare non sia da escludere una querela ai suoi danni per quanto rappresentato in scena.

Totò nel celebre film i Tartassati ne aveva combinate di tutti i colori nei confronti della finanza trattando in maniera divertente e geniale il tema delle tasse. Possibile che ai tempi moderni questo tema sia ancora tabù per molti? Cosa c’è di male nel rappresentare una tematica che è oggetto delle discussioni quotidiane nei salotti politici e televisivi? Farsi una risata sui problemi che affliggono gli italiani non è mica un peccato!

Potrebbe anche interessarti