“Alzheimer: l’ultimo pezzo di cotone di zucchero” in scena lunedì 31 Marzo

1964915_680465485344997_340943408_n

Nel teatro si vive sul serio quello che gli altri recitano male nella vita” diceva Eduardo De Filippo. Il teatro è realtà, è racconto di vita, è sudore, fatica e sensibilità. Ma il teatro è soprattutto strumento. Strumento di crescita, di sensibilizzazione e di umanità.

Lo sa bene questo l’Aima Napoli Onlus che, in occasione dell’apertura di uno spazio dedicato a persone affette da  Alzheimer e alle loro Famiglie, porterà in scena Lunedì 31 marzo 2014  “Alzheimer: l’ultimo pezzo di cotone di zucchero”, spettacolo teatrale volto a scandagliare le varie problematiche legate ad una patologia ancora per certi versi oscura.

La storia racconta il rapporto semplice e delicato tra una madre e un figlio disabile. Racconta di una quotidianità fatta di gesti semplici, di affetto e sacrificio sconvolta, improvvisamente, da un destino inaspettato affrontato con forza e coraggio. Una storia toccante, fatta di relazioni, rapporti umani, amore e difficoltà, ma allo stesso tempo anche di gioia, sorrisi e speranza.

Lo spettacolo scritto da Pippo Cangiano, vedrà la partecipazione di Giovanni Allocca e Ida Anastasio. Nel corso dell’evento si inaugurerà altresì il nuovo Alzheimer Cafè, spazio dedicato all’accoglienza dei pazienti e delle loro Famiglie. Lo spazio è stato realizzato grazie all’interesse e all’impegno della Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri e Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli in collaborazione con l’Aima Napoli Onlus.

Il Costo del biglietto è di 5 €. Prenotazioni e info allo 081/7400245 o all’indirizzo mail info@aimanapoli.it. Per conoscere altre attività
È possibile contattare www.aimanapoli.it

Quando:Lunedì 31 marzo 2014
Ora: 18.00 – 20.00
Dove: presso la Basilica di San Giovanni Maggiore

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più