Ercolano, alla scoperta del “Don Orione”: quando terapie e allenamento creano campioni

12823448_446796072111812_3760047976601079075_o
Il podio agli ultimi campionati mondiali di Ancona

Una mattinata alla scoperta del “Don Orione” fa apprezzare come gli uomini nonostante le difficoltà le superino grazie all’ingegno e alla forza di volontà.
Si arriva in questo luogo immerso nel verde dove si viene accolti da un personale veramente eccellente oltre che dai tantissimi ragazzi che attraverso il “Servizio Civile” operano in quei luoghi a stretto contatto con il personale del centro per aiutare i ragazzi e le ragazze ospiti del centro e in alcuni casi a formare veri e propri campioni.
A raccontarci e a farci ammirare le attrezzature utilizzate è stato il Responsabile e Tecnico dell’ASCO, Diego Perez, che cura la formazione e l’allenamento degli atleti tesserati con la FISDIR (Federazione italiana Sport Disabilità Intellettivo Relazionale ndr).
Con Diego siamo stati ospiti del laboratorio dove vengono utilizzate tecniche all’avanguardia per conoscere il livello delle prestazioni di questi atleti, tra cui anche Antonio di Mauro, vice campione mondiale con la staffetta 4 x 200 con la rappresentativa italiana agli ultimi campionati mondiali di Ancona.
Il laboratorio è tra i 15 laboratori più sviluppati in Italia con attrezzature che ricordano e il paragone non è affatto eccessivo lo stupendo laboratorio di Milan Lab, il Centro di ricerca scientifica interdisciplinare ad alto contenuto tecnologico di proprietà dell’AC Milan.

In riferimento a questo e tanto altro abbiamo rivolto alcune domande a Diego:
Quali sono le metodologie di allenamento che vengono applicate ai ragazzi del Centro ed oltre l’Atletica Leggera che sport pensate di far praticare ?
Le metodologie sono varie e devono far conto della mancanza di astrazione dei nostri atleti, e quindi il lavoro di scambio di feedback tra istruttore ed atleta è molto complesso e per questo si lavora su schemi molto semplificati per quanto riguarda l’astrazione ed utilizziamo il metodo globale e di imitazione. 
Noi vogliamo ribaltare il modello a cascata dell’apprendimento ad imitazione partendo dal modello più semplificato al modello più complesso. 
Per gli sport abbiamo oltre l’atletica leggera anche il calcio 5 con una rappresentativa che ha svolto anche campionati regionali ed in ultimo avremo una squadra di pallavolo, tutto questo nell’ottica anche di un successivo rinnovamento delle nostre strutture e per questo stiamo lavorando con le amministrazioni locali.
La difficoltà maggiore è quella che incontriamo con le famiglie rispetto a queste proposte ma il dialogo e la continua formazione degli istruttori stiamo superando le difficoltà iniziali. 
Quali sono i risultati sportivi e i le prospettive per il plurimedagliato Antonio di Mauro ?
Ultimamente come già sai abbiamo partecipato ai campionati del mondo non solo con Antonio con cui speriamo di ottenere altri successi, ma anche con Giulia e Wanda due ragazze di Capri che si allenano nel nostro centro con cui abbiamo conquistato altre medaglie. 
Inoltre, abbiamo anche un ragazzo siciliano che ha fatto il record italiano dei normodotati, e quindi sono grandi le soddisfazioni per la nostra rappresentativa italiana. 
Oltre i risultati la parte più bella di queste gare è stata la possibilità che questi ragazzi hanno avuto di interagire con ragazzi di altre realtà e di realtà importanti come quella iberica che sono all’avanguardia con questa terapia e con lo sport in generale.
Quali sono i prossimi appuntamenti sportivi per i ragazzi ? 

Per quanto riguarda l’atletica leggera abbiamo tra un mese i campionati regionali e poi nel mese di Giugno abbiamo i campionati italiani dove vogliamo portare i ragazzi che stanno partecipando a dei progetti in collaborazione con gli istituti scolastici del territorio (SMS Sasso e Istituto Superiore Pantaleo di Torre del Greco), a questi campionati parteciperanno oltre i ragazzi di questi istituti anche i ragazzi di Salerno che si appoggiano al nostro centro e con cui concordiamo le metodologie di allenamento.
Quindi prossimo appuntamento con il centro ” Don Orione” sarà tra un mese con i campionati regionali di atletica, l’ennesimo appuntamento di sport e di terapia che queste fantastiche persone offrono a questi ragazzi, che oltre le loro difficoltà diventano veri e propri campioni

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più