Basket serie D: Ischia si piega allo S.C.Ercolano

12358054_10207103549421080_1297216697_n
PalaSirio di Cercola

Nel recupero della sesta giornata di campionato gli orange di Ercolano vincono agevolmente contro la Cestistica Ischia, formazione che non ha mai impensierito i ragazzi di coach Caprio nel corso del match.
La gara si è svolta sul campo neutro di Cercola per indisponibilità temporanea della palestra dell’istituto “A.Tilgher” che  ospita solitamente lo Sporting Club.
Partita che inizia  con la solita Ercolano che non accelera il gioco e sfrutta alcune lacune difensive della zona 2-3 ischitana, Gaudino è bravo a punire con ripetuta costanza gli ospiti sia dall’arco dei tre punti sia in post dove il suo mancino è mortifero per i lunghi avversari.
L’unica nota dolente del primo periodo è l’infortunio al 5′ di gioco per Piscicelli, che ricadendo da una delle sue solite penetrazioni gira la caviglia, per lui dalle prime impressioni dello staff medico dello S.C. Ercolano sono pronosticati quindici giorni di stop e dovrebbe anche saltare il big match con la LARS Sarno.
Dopo l’infortunio della sua guardia, coach Caprio richiede maggiori responsabilità offensive ad Olivieri ed Izzo che ripagano la scelta del coach con canestri a ripetizioni.
Il secondo periodo scorre tra i dodici e i quattordici punti di distanza tra le due compagini, le rotazioni si allungano e si vedono in campo tutti gli under a disposizione di coach Caprio con un buon impatto di Esposito e di Nappo che oltre alla solita buona fase difensiva riescono a far muovere il pallone.
All’intervallo lungo Ercolano conduce per 33 a 21 con un fallo antisportivo a 2 decimi dalla fine che viene fischiato contro Olivieri per aver bloccato un contropiede.
Il terzo periodo ha un solo padrone ed è Izzo, l’ala ex Partenope rispolvera il meglio del suo repertorio e con alcuni canestri da due e quattro triple fa volare gli orange spezzando ogni velleità di rimonta per gli ischitani che devono soltanto aspettare che coach Caprio lo richiami in panchina per dormire sogni tranquilli in una difesa a zona che diventa un vero e proprio colabrodo.
La partite scorre sugli stessi binari ed Ercolano arriva anche al più venticinque, le rotazioni coinvolgono anche il giovanissimo Riccone che a soli quindici anni calca per la prima volta il campo con la squadra della sua città(Ercolano ndr).
Lo Sporting Club ha grande fiducia nei suoi mezzi come già dimostrato domenica scorsa contro Mugnano ed il nuovo modo di giocare imposto da coach Caprio, visto la mancanza di un vero e proprio pivot, escludendo il solo Cuomo,  sta dando i suoi frutti mostrando al pubblico presente una bella pallacanestro.
Unico neo per gli orange sono alcune lacune difensive, specie a rimbalzo, e le forzature dei suoi esterni, in particolare di Salvatore, che possono rompere i delicati equilibri di gioco messi appunto in questi primi due mesi di campionato.
Per Ischia, invece, l’ennesimo risultato negativo che dimostra come il suo organico non possa impensierire delle squadre ben costruite come Ercolano e sopratutto dovrà migliorarlo se non vuole rischiare di essere invischiata nella lotta per non retrocedere. 
Appuntamento per lo S.C. Ercolano tra cinque giorni in quel di Curti (Domenica 13 ore 18.30) contro una squadra ostica come quella casertana che nell’ultima giornata di campionato è stata battuta dallo Sporting Portici e che quindi è in cerca di un pronto riscatto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più