Basket Serie D, playoff: Ercolano fa la storia e vola in finale

seried
Una partita che resterà per sempre nella storia dell’Ercolano dei canestri e nell’almanacco dei miracoli sportivi. L’associazione Sporting Club Ercolano, infatti, nonostante la mancanza di un palasport, è riuscita in un’impresa titanica.
La squadra allenata da coach Caprio ha battuto – in quel del “Moccia” – i padroni di casa della Pall. Afragola con il punteggio finale di 71-77 e ha chiuso la serie 2-0 qualificandosi per la finale play-off promozione.

Eppure la gara comincia nel peggiore dei modi per Ercolano, che dopo pochissimi minuti di gioco perde Salvatore per infortunio (problemi al polpaccio ndr). Gli ospiti accusano il colpo e mostrano alcune lacune difensive, che permettono all’attacco di Afragola di chiudere il primo periodo sotto di una sola lunghezza.

Molto peggio va nel secondo periodo. Gli ercolanesi non riescono a trovare la via del canestro e soltanto i punti dei soliti Carrozzo e Cusitore tengono a galla gli orange, che comunque vanno alla pausa lunga sotto di sette lunghezze.
Molte squadre in una situazione del genere si sarebbero sgretolate, ma l’Ercolano di quest’anno è in questi momenti che trova la sua forza.
Il cuore di Ercolano è immenso! Picone prima e Gaudino poi riescono, con 3 “bombe”, a riportare a contatto la loro squadra. Per Afragola è l’inizio di un incubo, che ha un volto e un profilo preciso, quello di Cusitore. Il fuoriclasse in maglia arancione con la sua esperienza prima fornisce assist a ripetizione per i compagni e poi nei momenti di difficoltà segna dei canestri decisivi, per giunta dall’alto coefficiente tecnico.
Ercolano arriva così a 10′ dal final avanti di un solo punto, ma la compattezza degli “orange” fa la differenza contro i tiri forzati da Caiazzo e co.

Protagonisti degli ultimi 2′ di gioco sono Gaudino e Picone. I due, infatti, sotto la sapiente regia di Olivieri danno il break decisivo alla partita con il loro marchio di fabbrica: il tiro da tre. A chiudere definitivamente la pratica ci pensano poi i liberi dello stesso Olivieri, i quali danno il via alla festa “orange”. Una festa dal sapore speciale, dato che mai nella sua storia lo Sporting Club Ercolano erano approdato in finale per la promozione nlla Serie C nazionale.

Vittoria di squadra per gli uomini di coach Caprio, perché sopperire alla sfortuna di un infortunio ad uno dei leader offensivi e riuscire a recuperare ben undici lunghezze in trasferta non è cosa da poco, e soprattutto non è soltanto merito di chi dà un grande apporto offensivo, ma in questi casi è fondamentale chi nella metà campo difensiva riesce a contenere gli avversari.
Per Afragola, invece, i pochi minuti concessi a Caiazzo sono un mistero, ma in generale è mancata la cattiveria agonistica necessaria per sfruttare i momenti “bui” che ha vissuto Ercolano nel secondo quarto.

Ora ci sarà una settimana di break per ricaricarsi e per guarire dagli infortuni e poi sarà “tempo di finale”: Ercolano affronterà il 16 maggio la “corazzata” Angri. 
Il sogno per Ercolano continua ed tutto merito di questi ragazzi in maglia orange che domenica dopo domenica tra mille difficoltà logistiche danno tutto loro stessi per questo obiettivo chiamato C Nazionale. 

ùTabellini:
Pall. Afragola vs S.C. Ercolano 71 a 77
Parziali (20 a 21, 37 a 30, 55 a 56)
Pall. Afragola:
Cortese R ne,Canzano ne,Grillo 16, Sepe, Favelli 2, Scafuto A 2, Scafuto F 9, Rocco, Pecchia 4, Cortese D  26, Caiazzo (cap)  5, Sepe ne.
All.re Maiello
S.C.Ercolano:
Formisano P 2, Olivieri 13, Formisano G ne, Picone 18, Nappo, Cusitore 18, Ordine, Salvatore 2, Gaudino (cap) 14, De Gaetano V ne, Carrozzo 8. 
All.re Caprio Ass. All.re Izzo

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più