Napoli: follie viola per gennaio, che offerta alla Fiorentina

Napoli

E’ risaputo in tutto il mondo: Napoli è una delle città più “vivaci” a capodanno. Ma i botti che potrebbe sparare De Laurentiis nel mercato di gennaio avrebbero davvero del clamoroso. Stando a quanto rivelato a Sportitalia dall’esperto di mercato Alfredo Pedullà, infatti il Calcio Napoli avrebbe presentato un’offerta da 35 milioni di euro per due dei principali protagonisti dell’ottima stagione viola, Matias Vecino e Nikola Kalinic.

Un centrocampista ed un attaccante che stanno facendo le fortune del club dei Della Valle, ma che senz’altro servirebbero a puntellare una rosa, quella partenopea, valida ma forse mancante in qualche pedina di ricambio. Non è un caso, in effetti, se mister Sarri sin qui non ha mai abusato del classico turnover. Se tra gli esterni d’attacco azzurri c’è solo l’imbarazzo della scelta, infatti, ben altro discorso si può fare per il ruolo di punta centrale, dove la cessione in prestito di Zapata all’Udinese ha lasciato scoperto il posto di vice Higuain. Lo stesso Gabbiadini – l’avanti napoletano che più si avvicina ad essere un vero nueve – non garantisce comunque quei movimenti da centravanti consumato, che invece sta dimostrando Kalinic con la maglia della Fiorentina.

L’attaccante croato, sin qui ha disputato 19 gare tra campionato, Europa League e Coppa Italia, mettendo a segno non solo 10 gol, ma anche 5 assist. La dimostrazione che l’ex Dnipro non è solo freddo sotto porta, ma ha anche buona visione di gioco, proprio come il pipita argentino, di cui sarebbe pertanto un degno sostituto.

Qualità e sostanza anche per quel che concerne Matias Vecino. L’uruguaiano – che ha totalizzato 18 presente totali e 3 assist – è un pallino di Sarri, che l’anno scorso lo ha già avuto ad Empoli. Nota da non sottovalutare, visto che a gennaio spesso si cercano giocatori in grado di calarsi subito nelle loro nuove squadre e di certo il centrocampista viola in questo senso non dovrebbe avere grosse difficoltà, fermo restando che non sarebbe più di una valida alternativa al solito terzetto titolare.

La Fiorentina, comunque – sempre secondo Pedullà – avrebbe già rifiutato la congrua offerta, nonostante la ricchissima plusvalenza che si troverebbe ad ottenere: basti pensare che Kalinic in estate è stato pagato solo 5 milioni di euro, mentre Vecino 3,2 milioni.

Potrebbe anche interessarti