Pressing Napoli sulla Fiorentina: 40 milioni per un affare diviso

Sarri De Laurentiis Napoli
foto: sscnapoli.it

Scoccato gennaio il Napoli non perde tempo sul mercato. Secondo l’edizione odierna del Corriere Della Sera, l’intento del patron azzurro Aurelio De Laurentiis è quello di regalare al tecnico Sarri due rinforzi: Nikola Maksimovic, centrale classe 91 del Torino  già cercato in estate, e Matias Vecino, pallino dell’ex tecnico dell’Empoli. Le risposte ricevute da entrambe le società non lasciano però ben sperare. I granata, per il giovane nazionale serbo, hanno chiesto 25 milioni di euro mentre la squadra viola, per il giovane centrocampista uruguaiano, ha dato un secco no alla richiesta di cessione. Dopo le ipotesi di scambio con Gabbiadini avanzate in questi giorni, per il centrocampista dei toscani si potrebbe aprire uno scenario diverso. Aurelio De Laurentiis sta pensando di mettere sul piatto 40 milioni di euro per acquisire le prestazioni di Vecino da subito e dell’ex Dnipro Kalinic, ma in questo caso a giugno. Affare che potrebbe anche convincere il patron Della Valle.

Tra gli altri nomi in voga per il centrocampo del Napoli, come riporta il Corriere Dello Sport, ci sono Andrè Gomes del Valencia che continua ad essere il primo nome della lista di Cristiano Giuntoli per il mercato di gennaio. Il giocatore portoghese, classe 93, ha le caratteristiche giuste per rinforzare il reparto nevralgico del campo essendo una mezz’ala capace anche di fare il mediano. Nel frattempo l’Ajax ha deciso di tenere Davy Klaassen, almeno fino a giugno. Al momento la trattativa per l’olandese rimane congelata. La dirigenza azzurra, inoltre, ha chiesto informazioni su Grassi, giovane centrocampista dell’Atalanta che piace tanto in casa Napoli. Il club bergamasco avrebbe avanzato un’ipotesi di scambio con il trequartista Omar El Kaddouri, ma il marocchino viene considerato incedibile dagli azzurri.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più