Monte ingaggi Serie A: netto il divario tra Juve e Napoli, eppure tra i calciatori più pagati spunta il nome di…

Ingaggi Serie AMaurizio Sarri ne ha parlato proprio durante la conferenza stampa tenutasi alla vigilia della gara di questa sera tra il Calcio Napoli ed il Chievo Verona. Tiene banco nelle ultime ore, infatti, il monte ingaggi Serie A e la domanda sorge spontanea: il valore economico degli stipendi di un club è direttamente proporzionale al valore tecnico del suo parco giocatori? In soldoni, è vera la formula “più spendi più vinci”? A guardare la classifica stilata dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino sembrerebbe proprio di no.

Già, perché se si tiene conto degli ingaggi percepiti dalle venti squadre militanti nella massima serie calcistica italiana, ci si accorge molto facilmente di quanto nel calcio il denaro possa gonfiare le tasche e le pance di calciatori, allenatori e dirigenti, ma la tecnica, lo spirito di sacrificio, la disciplina, l’affiatamento del gruppo sono qualità che bisogna costruire giorno dopo giorno sul campo e i soldi in questo caso possono ben poco.

Non per nulla l’unica squadra che conserva la stessa posizione nel confronto tra classifica reale e quella legata agli ingaggi è la sola Juventus, per la quale non si può certo parlare di assenza di fattori puramente extra tecnico-tattici, dall’organizzazione societaria, all’abitudine a vincere.  Sono, comunque, ben 124 i milioni che gli Agnelli versano nei conti bancari dei propri calciatori, ma visti i quattro Scudetti consecutivi e la finale di Champions League raggiunta l’anno scorso, si direbbero ben spesi.

Lo stesso discorso non può essere fatto, invece, per la Roma, che si piazza al secondo posto della classifica monte ingaggi Serie A, con ben 107 milioni di euro spesi quest’anno per i soli stipendi della rosa giallorossa. Considerando la precoce ed umiliante eliminazione dagli ottavi di Coppa Italia contro lo Spezia e la totale estraneità alla corsa Scudetto palesata sin dalle prima gare di campionato (eppure era da molti considerata la principale favorita) e la probabile uscita dagli ottavi di Champions (dopo un girone superato con troppe difficoltà), seppur contro il Real Madrid, i conti in questo caso non sembrano tornare molto.

Figurarsi quelli di Inter e Milan, rispettivamente terza e quarta per soldi spesi per stipendiare i propri giocatori questa stagione. I 91 milioni di euro versati dai neroazzurri e gli 81 dai rossoneri non giustificano l’andamento delle due compagini milanesi, al momento fuori dalla Champions League per il secondo anno di fila.

Molto più virtuoso da questo punto di vista il Calcio Napoli di patron Aurelio De Laurentiis, il quinto presidente a pagare di più i propri calciatori, eppure secondo in classifica, per giunta con un gioco decisamente superiore a qualunque altra squadra italiana. Gli ingaggi dei partenopei raggiungono in totale la cifra di 72 milioni di euro.

Di questi 5,5 sono destinati a Gonzalo Higuain, il calciatore più pagato dell’intera Serie A dopo Daniele De Rossi, che percepisce mezzo milione in più al suo collega. Ed anche in questo caso il Napoli mostra di avere una politica legata agli ingaggi piuttosto oculata, considerando che per rendimento il Pipita finora è stato indiscutibilmente il miglior calciatore del campionato.

Potrebbe anche interessarti