Napoli-Chievo 3-1: video gol, cronaca e tabellino

Higuain Insigne

Con la Roma fattasi minacciosa, e la Juventus a +3, il Calcio Napoli è chiamato alla vittoria sul Chievo Verona, avviato verso l’ennesima salvezza agevole. Il tecnico azzurro concede un’occasione a Chiriches al posto dello squalificato Albiol accanto alla certezza Koulibaly, mentre Hysaj e Ghoulam prendono regolarmente posto sulle fasce. A centrocampo spazio anche per David Lopez al posto di Allan, con Hamsik e Jorginho a completare la mediana. Davanti il solito tridente composto da Callejon, Higuain e Insigne. Maran sceglie M’Poku come partner d’attacco di Pellissier: alle loro spallo confermato Birsa sulla trequarti. Centrocampo con Castro, Radovanovic e Rigoni, difesa a quattro composta da Cacciatore, Dainelli, Cesar e Frey.

Al fischio d’inizio, il giro palla è del Napoli, solito possesso finché la sfera arriva sui piedi di Chiriches. Il romeno prova un improbabile dribbling su Rugani, che gli soffia il pallone e lascia partire una saetta potente ma centrale, sulla quale Reina si fa trovare impreparato. L’1-0 del Chievo gela il San Paolo, tornato a sentire gli stessi brividi della gestione Benitez. Ma tra quella squadra e questo Napoli cè una differenza abissale, così gli azzurri si scrollano di dosso le paure con un paio di azioni avvolgenti. Sempre sulla sinistra, dove il trio Ghoulam-Hamsik-Insigne domina incontrastata. Al 6′ la fabbrica dell’out mancino produce il pareggio, collaudato da Higuain, bravo a bruciare la retroguardia clivense e a fiutare il gol sul cross radente dell’algerino. Da quel momento sarà monologo azzurro: ci prova due volte Callejon tra il 26′ e il 27′ con le solite fiammate a chiamare l’assist dell’Insigne di turno. Al 31′ Higuain prova l’azione in stile Napoli-Athletic Bilbao, ma dopo la percussione centrale il pallone si spegne tra le mani di Bizzarri. Il gol, tuttavia, è nell’aria, con gli azzurri che sciorinano il gioco meraviglioso dei tempi migliori. Al 38′ la riabilitazione di Chiriches è perfezionata: sul cross tagliato di Jorginho, il centrale romeno si traveste da attaccante e punisce il Chievo con una bella risposta di testa. Poco prima dell’intervallo, c’è spazio per il missile di Ghoulam che esalta i riflessi di Bizzarri. Di seguito i gol siglati nel primo tempo:

[youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=DENuWBHH4Pc[/youtube] [youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=odq5PvdKgcw[/youtube] [youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=g61VRB2glzI[/youtube]

La ripresa si apre con qualche disattenzione di troppo per la difesa azzurra, apparsa un po’ disattenta in un paio di circostanze. Ma il Napoli è in forma smagliante e si riversa ancora nella metà campo ospite. Maran ci crede e manda in campo il napoletano Floro Flores al posto di un grigio Pellissier. La squadra di Sarri sa qual è il punto debole del Chievo – la fascia destra – e batte con prepotenza sulle sue certezze. Dalla sinistra, Insigne prova la magia al 58′ ma la sfera lo tradisce e sorvola la traversa. Il San Paolo urla al gol quando vede Higuain intento a caricare il tiro dall’interno dell’area di rigore al 65′, ma il legno superiore (insieme al sacrificio encomiabile delle dita di Bizzarri) decide di cancellare la felicità della tifoseria azzurra. Ma l’appuntamento con il 3-1 è solo rimandato: al 70′ Callejon sgasa verso la porta di Bizzarri in attesa del pallone giusto. Pallone che gli serve con il contagiri il neo entrato Allan, con lo spagnolo che apre il piatto mancino e fa esplodere un popolo intero. Sarri, come in un processo fisiologico, richiama a sé Insigne e concede il finale di partita a Mertens. Il belga è nella sua serata di grazia, non solo, perché ha voglia di esternarlo al pubblico. Così 79′, si mette a duettare con Higuain che, sull’uscio dei sedici metri, disegna un passante che sibila il palo alla destra dell’estremo difensore clivense. La squadra di Maran in pratica non imbastisce più un’azione degna di questo nome. Meggiorini, entrato al posto di Birsa, trova il tempo per farsi iscrivere sul taccuino dei cattivi per una brutta entrata sullo scatenato Ghoulam. All’86’ il San Paolo torna a scaldarsi, non per una rete o per una giocata eccezionale, bensì per l’ingresso in campo di Nathaniel Chalobah, mascotte dello spogliatoio azzurro, che prende il posto di capitan Hamsik tra l’ovazione del pubblico. A Fuorigrotta torna a risuonare il tormentone dell’anno, “Un giorno all’improvviso”, ed è il chiaro segnale di un amore tornato – dopo il leggero intervallo di critiche – ancora più forte. Il Napoli vince e lancia un messaggio alle avversarie: via i dubbi, al rogo i malumori, gli azzurri fanno sul serio. Questo il gol di Callejon:

[youtube width=”100%” height=”360″]https://www.youtube.com/watch?v=DCPt7sjLjPM[/youtube]

 

 

 

Tabellino Napoli-Chievo Verona 3-1

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj; Koulibaly, Chiriches, Ghoulam; Hamsik (dal 86′ Chalobah), Jorginho, David Lopez (dal 67′ Allan); Callejon, Higuain, Insigne (dal 71′ Mertens). Allenatore: Sarri

CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri; Cacciatore, Dainelli, Cesar, Frey; Castro, Radovanovic, Rigoni; Birsa (dal 64′ Meggiorini); Pellissier (dal 55′ Floro Flores), M’Poku. Allenatore: Maran

Ammoniti: Castro (C), Cesar (C), Meggiorini (C)

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 1′ Rugani (C), 6′ Higuain (N), 38′ Chiriches (N), 70′ Callejon (N)

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più