Napoli, per gli acquisti è ancora presto: vi spieghiamo il perché

Aurelio De LaurentiisNapoli e il calciomercato: un binomio complicato, due parole che fanno fatica a stare vicine e che spesso fanno soffrire i tifosi. In questa sessione di mercato l’unico acquisto è stato quello di Tonelli, un ottimo rinforzo, ma i tifosi si aspettano che il Calcio Napoli faccia finalmente il grande passo. Il mese di giugno è volato via tra rifiuti, i soliti problemi legati ai diritti d’immagine e mancati accordi con i club.

Ma i tifosi, per ora, possono stare tranquilli. Per il Napoli infatti non si tratta di una novità: anche negli anni passati il club ha messo a segno gli acquisti più importanti nella seconda metà del mese di luglio. Anche lo stesso Higuain, fu acquistato soltanto il 27 luglio del 2013. Ma il Pipita non è il solo ad essere  stato acquistato in questo periodo. L’acquisto di Albiol fu ufficializzato il 21 luglio 2013, quello di Reina il 29. Nella scorsa sessione estiva, Allan arrivò a Dimaro il 21 luglio mentre Hysaj arrivò soltanto nei primi giorni di agosto. Nel lontano 2010 anche Edinson Cavani fu acquistato in questo periodo, più precisamente il 22 luglio.

LEGGI ANCHE
Allan suona la carica: "È arrivato il momento di vincere qualcosa a Napoli"

Inoltre, non è da escludere che la decisione di ufficializzare gli acquisti in un determinato periodo estivo, sia una strategia societaria. Acquistare i calciatori quando il Napoli è a Dimaro per il ritiro estivo potrebbe essere una mossa per invitare i tifosi a restare vicino alla squadra o per presentare  i calciatori durante le amichevoli estive e avere così un ottimo bacino di utenza. I tifosi, per ora, possono stare tranquilli. Gli allarmismi sono però soltanto rimandati.

Potrebbe anche interessarti