Zielinski: “Rapine a Napoli? Non bisogna avere paura di camminare in città”

Zielinski

Tra i nuovi volti del Calcio Napoli, c’è quello di Piotr Zielinski. Cresciuto alla corte di Maurizio Sarri quando entrambi erano all’Empoli, si ritrova adesso al Napoli con l’allenatore che lo ha fatto conoscere al grande calcio. Centrocampista di qualità, eclettico, Zielinski può essere un ottimo prospetto per il Napoli, sempre attento a comprare i giovani più promettenti. Ora si trova in ritiro con la sua nazionale, assieme al suo compagno Arek Milik, ed ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sportowefakty. Ecco cosa ha detto:

Ho avuto contatti con il Liverpool, ma sono contento di aver scelto alla fine il Napoli. All’età di 22 anni era la migliore squadra in cui potessi giocare. Guardando il mio stile di gioco e quello del Napoli, non avrei potuto scegliere di meglio“. Decisiva, la volontà di Sarri: “E ‘un grande allenatore, mi ha voluto fortemente. Sono contento perché potrò di nuovo lavorare assieme a lui“.

Prosegue: “Al Napoli mi sono sentito subito a casa, anche perché ho incontrato vecchi amici che giocavano assieme a me quando ero all’Udinese e all’Empoli“. Poi, Zielinski parla dei furti in città, che hanno visto coinvolti alcuni giocatori del Napoli nel corso di questi anni: “Non mi è ancora successo. Non si deve avere paura di camminare in città, bisogna godersi la vita e non nascondersi in un appartamento. Con Milik sono stato spesso in ristoranti napoletani. Quando ci riconoscono, non ci fanno pagare!“.

Potrebbe anche interessarti