Napoli, Maksimovic: spunta un’altra clausola faraonica, ma sarà valida solo per l’estero

Nikola Maksimovic

Il Calcio Napoli lo inseguiva da ben due anni, ora che però è divenuto a tutti gli effetti un calciatore azzurro, Nikola Maksimovic si è visto subito imporre un’altra clausola rescissoria, alla maniera di Gonzalo Higuain. Acquistato nell’ultimo giorno di mercato, il 31 agosto, per la cifra di 25 milioni di euro complessivi (5 subito per il prestito oneroso e 20 per il riscatto obbligatorio), infatti il presidente Aurelio De Laurentiis ha deciso di inserire nel suo contratto la possibilità che venga ceduto dietro esborso da parte dell’eventuale acquirente di ben 55 milioni di euro.

Per nulla una novità in casa Napoli, visti anche i precedenti casi di Lavezzi e Cavani, oltre a quello recentissimo riguardante Gonzalo Higuain, che tanto scalpore ha destato per il suo passaggio agli odiatissimi rivali della Juventus. La sorpresa, però -come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino –  sta nel fatto che la clausola rescissoria per l’ex difensore centrale del Torino sarà valida soltanto per l’estero. Per cui se una squadra italiana dovesse presentarsi al Napoli con 55 milioni di euro non avrebbe la garanzia di poter acquistare Maksimovic senza praticamente interpellare il club proprietario del suo cartellino.

Il caso Higuain, insomma, qualcosa deve aver insegnato al presidente partenopeo, che vuole almeno evitare di rafforzare le dirette concorrenti cedendo – seppur a cifre molto importanti – giocatori della sua scuderia, come invece avvenuto con il capocannoniere argentino dello scorso campionato di Serie A. Inoltre, è stato lo stesso De Laurentiis, in parte, a spiegare i motivi che stanno dietro la decisione di imporre una clausola rescissoria valida solo per l’estero. In un’intervista rilasciata alla radio ufficiale del Napoli, Radio Kiss Kiss, infatti, il patron azzurro ha rivelato il motivo di questa sorprendente decisione: La clausola? I nostri giocatori non possono essere ceduti in Italia, ma solo all’estero per x milioni. Dopo il caso Higuain abbiamo deciso di prendere questo provvedimento“.

Potrebbe anche interessarti