Video. Il Napoli vince, fuochi d’artificio sotto casa di Nina Moric a Milano

nina-moric-fuochi-artificioMartedì scorso Nina Moric, personaggio noto al pubblico grazie al gossip sia televisivo che cartaceo, è stata protagonista di polemiche provenienti da tifosi napoletani a causa di un post su Facebook che recitava così:

Vota anche tu “SÌ” se vuoi che il Napoli stasera esca dall’Europa ! #NapExit . Il voto è un dovere oltre che un Diritto.

Non si è trattato, a dire il vero, della prima uscita poco felice, dato che in passato più volte ha citato in maniera discutibile la città ed i suoi abitanti senza che questi fossero direttamente coinvolti. A darle man forte nell’ultima discussione contro i partenopei il ragazzo, Luigi, proveniente dalla provincia napoletana ma juventino. In tutta risposta, il rapper Clementino l’ha definita zompapereta.

Ieri sera, invece, è accaduto l’inaspettato: un gruppo di napoletani si è diretto sotto casa della Moric e le ha dedicato, come sfottò, dei fuochi d’artificio proprio al centro di Milano, lì dove non succede mai. Un gesto che ha emozionato la donna, come si vede nella diretta Facebook sul suo profilo, la quale non aveva capito che si trattava di un modo per prenderla un po’ in giro visto che il Napoli era passato agli ottavi di Champions.

Nel filmato Nina Moric, inoltre, afferma di amare Napoli ed i napoletani aggiungendo le proprie scuse per quelle battute: sì, si è scusata, quindi ha compreso di aver probabilmente esagerato. Interessante è tuttavia quello che ella dice al ragazzo: “Ma io sono anche simpatizzante del Napoli, sei tu che sei juventino”.

A questo punto, dunque, abbiamo forse risolto l’arcano: è probabile che sia il buon Luigi, napoletano juventino, a istigare una certa vena antinapoletana nella sua compagna. Poiché non abitiamo con loro e non possiamo saperlo con certezza si tratta, ovviamente, di una semplice congettura, ma a noi sembra davvero molto plausibile, essendo cosa nota che i più accesi antinapoletani sono proprio gli juventini che vengono da Napoli e dintorni, attirati e conquistati dai trofei vinti grazie al potere economico che insiste, da un secolo, alle spalle del club bianconero.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più