Real Madrid e Napoli, Davide contro Golia con quei 441 milioni di differenza

Tra le due rose esiste una differenza di 441 milioni, 78 coppe alzate al cielo contro 11, uno stadio tra i più belli e moderni del mondo al contrario di un San Paolo definito un “cesso” per bocca del presidente Aurelio De Laurentiis. Real Madrid e Napoli a confronto, un po’ come Davide contro Golia. Sulla carta uno scontro tanto epico quanto proibitivo per la truppa sarrista che peserà la sua forza internazionale affrontando la squadra più forte del mondo.

30 anni esatti sono passati da quando il Napoli di Maradona fu eliminato dalle merengues. Il campione argentino non bastò per sconfiggere uno dei Real Madrid più forti di tutti i tempi. Riuscirci ora avrebbe il sapore di un’impresa che riscriverebbe l’intera storia del club.

Vietato calcare il Bernabeu con le gambe tremolanti, proibito giocare con sudditanza e timore. Sarebbe un suicidio così come evidenziato dal tecnico azzurro nell’immediato post partita di venerdì sera contro il Genoa. Affidarsi invece alla giovane spregiudicatezza potrebbe rivelarsi l’arma più affilata per nuocere agli avversari e giocarsi tutto nel return match di Fuorigrotta.

Il Napoli parte sfavorito nel pronostico e chiunque al nastro di partenza si ritroverebbe nella stessa posizione. Dimostare a se stessi e al mondo di potersela giocare contro i campioni spagnoli rappresenterebbe già una bella soddisfazione e la conferma di un ciclo, quello di Sarri, che deve proseguire. La strada intrapresa sembra dimostrarsi vincente. Nella doppia sfida contro i blancos ne avremo, forse, la  certezza assolta.

Potrebbe anche interessarti