Diritti tv, Mediaset non partecipa all’asta: Serie A a rischio su Premium

Mediaset si tira fuori dall’asta per i diritti tv della Serie A 2018-2021. Lo si legge in una nota in cui si definisce “inaccettabile” il bando che penalizza gran parte dei tifosi italiani”. Mediaset “non presenterà alcuna offerta”. La scelta, spiega la società, è “in coerenza con l’esposto presentato all’Autorità Garante della Concorrenza al fine di ottenere una nuova formulazione del bando per l’assegnazione di diritti tv Serie A 2018- 2021”.

Come riferisce l’Ansa, l’Antitrust avrebbe respinto l’esposto presentato da Mediaset nei giorni scorsi che chiedeva una riforma del bando sui diritti televisivi 2018-2020 per la serie A. Mediaset si riserva “di ricorrere in tutte le sedi competenti” contro l’asta dei diritti tv ma precisa anche che “in ogni caso, l’esito dell’asta odierna non avrà alcun effetto sull’offerta calcistica Mediaset della prossima stagione”.

Cosa succederà, adesso? Mediaset continua a confermare che anche l’anno prossimo si vedranno sui canali Premium le miglior partire della Serie A e tutta la Champions League. Diversi sono i possibili scenari. Il primo: tutta la Serie A in esclusiva su Sky. Il secondo: un accorto tra Sky e Mediaset, con il Biscione che dovrebbe condividere l’esclusività della Champions League per ottenere in cambio i diritti della Serie A.

Potrebbe anche interessarti