Sarri: “Siamo appagati. Hamsik l’ho visto meglio. Mertens? Ogni tanto bisogna farlo”

Nel post-gara di Shakhtar Donetsk – Napoli ha parlato il tecnico degli azzurri Maurizio Sarri. Ecco le sue dichiarazioni: “Approccio alla partita non giusto, è la terza partita consecutiva. A questi livelli diventa più difficile ritrovare il bandolo della matassa del nostro gioco, specie dopo questi 20 minuti così scadenti. E’ evidente che sbagliando gli approcci ci mettiamo a grande rischio. Abbiamo pressato non benissimo in zona alta, ed abbiamo perso distanze a centrocampo. Non hanno creato tantissime palle gol, ma ci hanno creato diverse difficoltà”.

Prosegue: “Mertens? Mettiti d’accordo con te stesso, perché ieri mi avevi accusato del contrario. Dries è un giocatore straordinario, è uno scattista, non può fare 50 partite in stagione. Ogni tanto cerchiamo di preservarlo. E lo abbiamo fatto stasera. E’ difficile rinunciarci ma ogni tanto bisogna farlo. Napoli stanco? Non può essere un discorso fisico. Secondo me il playoff è stato molto dispendioso dal punto di vista mentale. Ci ha dato un po’ di appagamento e lo stiamo pagando in questo momento”.

“Marek? Stasera l’ho visto meglio rispetto alle precedenti partite – dice Sarri – Ha bisogno di tanto tempo per entrare in condizione, e sono sicuro che ci ripagherà. E’ giusto insistere su di lui. Credo ci sia un piccolo appagamento, ma per noi non esiste la quotidianità, visto che ci sono tante partite e molti vanno in nazionale. Non abbiamo più una quotidianità degli allenamenti. Se qualcuno pensava che la Champions League sarebbe stata una passeggiata è tornato sulla Terra. Bisognava fare una grande partita per vincere questa sera e non l’abbiamo fatta”.

Potrebbe anche interessarti