Ferrero: “Mi piacerebbe battere ADL. Amo i napoletani, sono l’Italia che lavora”

L’ultima giornata di campionato ha restituito lo scettro di regina del campionato al Napoli, nuovamente in testa alla serie A grazie al successo contro il Torino e la conseguente sconfitta dell’Inter con l’Udinese. Per laurearsi campione d’inverno la squadra di Maurizio Sarri ha di fronte due ostacoli, Sampdoria (in casa) e Crotone (in trasferta).

Quella contro i blucerchiati sarà l’ultima partita dell’anno al San Paolo. La squadra allenata da mister Giampaolo viene da un trend negativo di risultati, ed è reduce dalla sconfitta interna contro il Sassuolo. Ma sarà anche una sfida extra campo, che vedrà contrapposti due vulcanici presidenti: Aurelio de Laurentiis e Massimo Ferrero.

Il patron della Sampdoria ha rilasciato alcune dichiarazioni, parlando del momento negativo della sua Samp e dell’imminente sfida contro il Napoli: “Non sta succedendo niente, è un calo fisiologico, ci può stare. L’importante è riprendere in mano le redini del cavallo e riprendere la strada maestà. Io non sono un presidente una settimana leone, l’altra co… ieri era giusto il pareggio, poi quel golletto lì del signor Matri ci ha penalizzato”.

Prosegue: “Mancano 21 partite, sono molto felice della posizione che abbiamo. Vincere contro de Laurentiis? Da 1 a 10 mi piacerebbe 12, è il derby del calcio ma anche del cinema. Amo i napoletani e la napoletanità, sono l’Italia che lavora, ci piacerebbe molto vincere ma siamo la Sampdoria, quando arriviamo tra le prime 10 siamo felici”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più