Albiol: “Per capire Napoli devi viverla, è una città speciale. Mio figlio è napoletano”

Raul Albiol
Raul Albiol

Da anni uno dei pilastri della retroguardia azzurra, leader dentro e fuori dal campo. Parliamo di Raul Albiol che, assieme a Koulibaly, forma una delle coppie difensive più forti del campionato. Lo spagnolo è ormai perfettamente integrato nell’ambiente napoletano, vivendo la città partenopea a 360°.

Il centrale azzurro ha rilasciato ai microfoni di TV Luna alcune, interessanti dichiarazioni. Albiol ha parlato di tutto, dallo scudetto al rapporto con Napoli. A proposito della città, lo spagnolo sembra avere le idee ben chiare, così come la sua famiglia: “Loro sono felici qua, il maschietto è tifoso del Napoli e vuole stare qui, non vuole tornare in Spagna. Per capire Napoli devi abitare qua, è una città speciale dove senti tutto l’amore che ti dà la gente, per un giocatore è bellissimo”.

Prosegue: “Per noi e la nostra famiglia è bellissimo avere tutto questo affetto, è difficile uscire da Napoli come è difficile arrivarci. Sono anni che mai posso dimenticare”. Sullo scudetto: “Per noi è un sogno! Noi non possiamo essere favoriti, l’ultima volta il Napoli ha vinto 25 anni fa e non possiamo essere favoriti. Noi siamo là ed è difficile. La forza del Napoli? E’ la squadra! Noi vogliamo fare di tutto per un sogno e per la città!”.

Su Sarri: “Quando è arrivato ci ha fatto vedere cose importanti del calcio, anche una rimessa laterale. Ci ha fatto capire di non perdere di vista il pallone nemmeno per un secondo. La mentalità è vincere, penso che la squadra lo abbia capito. Siamo migliorati ogni anno con lui, manca solo il finale ovvero alzare un titolo!”.

Sulla prossima avversaria di campionato, l’Atalanta: “Si, questa è una squadra diversa che gioca con tanta fisicità ed a uomo. Stanno bene da due anni, stanno facendo benissimo con buoni giocatori e voglia di fare grandi cose, affrontarli adesso è difficile. Abbiamo il necessario per vincere ma dobbiamo essere concentrati ed attenti, dobbiamo capire che non possiamo concedere niente”.

Sui napoletani: “Loro ti danno tutto, poi è chiaro che può essere un po’ pesante. Esci in strada e subito ti vengono a chiedere foto e maglia, sopratutto quando sei con la famiglia e vuoi stare tranquillo ma è normale, loro sono innamorati di Napoli ed anche questo è bellissimo. E’ una bella malattia“.

Potrebbe anche interessarti