Il Comune metterà in mora la SSC Napoli: “Non ha pagato il fitto del San Paolo”

Sono sempre più tesi i rapporti tra il Comune di Napoli e la SSC Napoli, nella persona del presidente Aurelio De Laurentiis. Nelle ultime settimane sono volate parole grosse, ma è molto probabile che presto dalle parole si passerà ai fatti. Ad annunciarlo è La Repubblica che ha riportato alcune dichiarazioni – dopo il recente battibecco – dell’assessore allo Sport Ciro Borriello: “Non voglio replicare più a un presidente di una squadra di calcio che spende migliaia di euro solo per denigrare una amministrazione cittadina, anziché investirli in attività sociali. Stiamo assistendo a un comportamento indegno“.

Il riferimento è chiaramente al comunicato che la SSC Napoli ha diffuso contro il Comune, ma Borriello ha anche spiegato che si sta pensando di mettere in mora il club azzurro perché non avrebbe corrisposto il fitto per l’utilizzo dello Stadio San Paolo, in occasione di Napoli-Milan.

Inoltre, da Palazzo San Giacomo sarebbero in arrivo le querele di Luigi de Magistris e dell’ufficiale dei carabinieri Attilio Auricchio, capo gabinetto del Comune partenopeo. A de Magistris, in particolare, non sono andate giù le dichiarazioni del presidente sul fratello Claudio, che sarebbe stato favorito dal ritardo dei lavori al San Paolo per organizzare concerti. Mentre Auricchio, noto per aver smantellato il “sistema Moggi”, sembra essere stufo dei tanti attacchi presidenziali nel quale viene etichettato come “bugiardo”, sempre in riferimento ai lavori all’impianto di Fuorigrotta.

Potrebbe anche interessarti