VIDEO. Insigne: “Andavo a lavorare alle 6 di mattina. Nessuno mi voleva perché…”

Lorenzo Insigne, esterno offensivo del Napoli, si racconta in un’intervista esclusiva rilasciata alla Lega di Serie A, parlando soprattutto del suo passato e del percorso fatto per arrivare dove oggi è. Il primo pensiero, però, è per la sua Napoli e per il suo Napoli: “È la città più bella al mondo. Abbiamo tutto: c’è il mare, il sole, si mangia bene. La mia passione per il Napoli è nata dove abitavo, a Frattamaggiore. Sono cresciuto là, dove ho ancora tanti parenti. Ci torno poco, da quando gioco in Serie A, ma ho tanti bei ricordi“.

Una passione smodata quella per la squadra azzurra che lo portò addirittura a chiamare il suo cagnolino Pocho, in onore di quel Lavezzi che “insieme ad altri giocatori ha fatto le fortune del Napoli“. Il Folletto di Frattamaggiore, dopo una serie di prestiti, è diventato punto di riferimento della sua squadra del cuore: dal 2012 ad oggi ha vestito la maglia azzurra 267 volte, segnando 65 reti, in tutte le competizioni.

Un sogno diventato realtà, ma che è costato sacrifici e fatica, anche perché non tutte le porte sono sempre state aperte: “Prima del Napoli ho fatto vari provini. Anche con Torino e Inter, ma sono sempre stato scartato per essere troppo basso. Ho pensato di mollare, ma la voglia e la passione erano grandi e mi hanno portato fino a qui. Ho fatto tanti sacrifici nel calcio perché non ho mai voluto studiare. La famiglia era numerosa, mio padre non guadagnava abbastanza e mia madre mi disse ‘Se non vuoi studiare ci dai una mano in famiglia e vai a lavorare’. Infatti, mi svegliavo alle 5 e mezza, 6 di mattina per fare il venditore ambulante. Poi, il pomeriggio mi allenavo, ma diverse volte mi sono addormentato (ride) per la stanchezza“.

Una grande testimonianza, quella di Lorenzo, che invita a “non mollare perché non bisogna mai smettere di sognare. Nella vita tutto può succedere“.

Di seguito il video con l’intervista integrale a Lorenzo Insigne:

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=vHN3I84CL58[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più