Foto e Video. Tre rigori negati al Napoli: le immagini ‘censurate’ dai media

Una partita dominata ma persa, oltre che per la papera di Meret e diversi pali, anche per alcuni errori arbitrali. Il giorno dopo la gara tra Napoli e Atalanta, fa ancora discutere la direzione di gara dell’arbitro Giacomelli. Un arbitraggio che non è piaciuto ad Aurelio De Laurentiis che ha attaccato la classe arbitrale.

Ben tre le azioni finite nel mirino non tanto dei media nazionali quanto dei tifosi azzurri. Via social infatti si stanno diffondendo le immagini dei mancati rigori, stranamente oscurati da alcune paytv. Sky per esempio nei 3 min di highlights relativi alla gara omette del tutto due episodi dubbi evidenziati invece dai sostenitori azzurri. E fanno lo stesso la Rai e Mediaset.

Immagini che in queste ore stanno scomparendo da Facebook, a causa della violazione del copyright. Ma cosa mostrano quei video?

IL PRIMO RIGORE – Al 22esimo minuto del secondo tempo, Pasalic entra in maniera scomposta su Callejon. Il centrocampista, in netto ritardo, alza la gamba in modo pericoloso dando una tacchettava in testa allo spagnolo. Per quell’intervento il nerazzurro prende un cartellino giallo e immediatamente chiama i soccorsi azzurri, consapevole del suo gesto. Secondo Giacomelli il fallo è di poco fuori l’area di rigore e quindi solo punizione per gli azzurri. Un episodio dubbio sicuramente da rivedere al Var. Sulla punizione dal limite, Milik prende la traversa. Questa intera azione non risulta negli highlights di Sky.

Risulta invece il palo di Milik nella sintesi Rai  e in quella Mediaset. Ma senza far vedere cosa precede l’azione. Cioè il fallo, quasi da rosso e forse dentro l’area di rigore, di Pasalic.

SECONDO RIGORE – L’episodio più contestato è il mancato calcio di rigore a Llorente e il conseguente contropiede nerazzurro che porta al gol del pareggio. Gomitata o placcaggio avversario? Lo spagnolo alza sicuramente il gomito. Ma Simon Kjaer si disinteressa totalmente del pallone finendo direttamente sull’uomo. Come può un attaccante alto 1,95 dare una gomitata dietro la testa ad un difensore alto 1.91? Evidente l’intervento fuori tempo dell’atalantino che si abbassa per placcare lo spagnolo. Episodio dubbio che doveva essere fischiato. Qui Giacomelli sbaglia sia nel non dare rigore che nel non fischiare il fallo (se per lui era fallo di Llorente). Viziata quindi l’azione che porta al gol di Ilicic. Come sbagliato è l’atteggiamento del Napoli che protesta subito col pallone ancora in gioco e non blocca sul nascere il contropiede nerazzurro.

rigori napoli

TERZO RIGORE – L’altro episodio dubbio avviene negli otto minuti di recupero. Toloi blocca col braccio destro un cross di Di Lorenzo diretto in area di rigore. Dietro di lui, pronto a prendere la palla, c’è Llorente che si abbassa per colpire di testa il pallone. Il braccio del giocatore bergamasco è vicino al corpo ma rigori simili sono stati dati in altre partite. Anche su questo episodio, nessuna tv ha postato le immagini. Solo Mertens dal campo ha segnalato all’arbitro un tocco di mano. La moviola non è però intervenuta sull’episodio.

rigori napoli

Anche Marco, fratello di Insigne, mostra sul suo profilo Instagram l’intervento di mano. E non ha dubbi: “Ops. Rigore netto. Assurdo”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

• Ops 🤬 RIGORE NETTO 😳 #assurdo

Un post condiviso da Marco insigne ⚡️ (@marcoinsigne_mi) in data:

Il video dei tre rigori sta comunque girando via whatsapp e tramite twitter. Questo il filmato condiviso da un tifoso.

Lo stesso video che è ancora possibile vedere su YouTube. In attesa che non venga censurato anche qui.

Potrebbe anche interessarti