Esattamente un anno dopo, dal San Paolo pieno a quello semi vuoto di stasera

 

Napoli-Marsiglia

Sei novembre 2013 Napoli 3 –Marsiglia2, sei novembre 2014 Napoli Joung Boys.  Esattamente a distanza di 365 giorni, il San Paolo rivivrà l’emozione di una gara europea, ma la musica non sarà la stessa: lo scorso anno era Champions League,  stasera sarà Europa League.  Ed è proprio quella musichetta pre-partita  a fare la differenza, quell’urlo the Champions che tanto ha fatto innamorare i tifosi azzurri, e che si spera si possa riascoltare già dalla prossima stagione nel catino di fuorigrotta. Volendo compare le due sfide, il primo dato che balza agli occhi è quello relativo agli spettatori preseti allo stadio: un anno fa al San Paolo c’erano più di 40000 spettatori, mentre stasera a stento si arriverà a quota 15.000.

La differenza tra Europa League e Champions League  soprattutto nella fase a gironi è abissale, considerando anche il costo dei biglietti che nella sfida con gli svizzeri dello Joung Boys è decisamente inferiore rispetto alla gara con i francesi : per la gara di stasera una curva  costa 14 euro e il settore distinti 25, mentre un anno fa  per acquistare un biglietto di curva bisognava sborsare 25 euro e  per i distinti 55.

Anche la formazione che manderà in campo Benitez sarà quasi completamente diversa. Ecco gli undici titolari nella sfida col Marsiglia : Reina, Maggio, Albiol ,Fernandez, Armero, Inler, Dzemaili, Callejon, Pandev, Mertens, Higuain. Questa sera al San Paolo, nonostante l’importanza della match dopo la sconfitta in Svizzera di due settimane fa, il tecnico spagnolo opterà per un cospicuo turnover : Rafael, Mesto, Koulibaly, Henrique,Britos,Inler, Gargano, Mertens, De Guzman,Callejon, Duvan Zapata.  Se dovesse essere questa la formazione del Napoli che scenderà in campo contro gli svizzeri,  saranno solo in tre i calciatori che saranno presenti in entrambi i match : Callejon, Mertens e Inler.

Dopo aver elencato le numerose differenze tra le due sfide, l’unica cosa che può accomunare le due sfide è la situazione nel girone: lo scorso anno tre squadre erano appaiate a quota sei prima della quarta giornata(Borussia Dortmund, Napoli e Arsenal) e come tutti sappiano al Napoli non bastarono 12 punti per qualificarsi,  e anche nell’attuale girone di Europa League gli azzurri si ritrovano appaiati a sei punti con Sparta Praga e Young Boys.  L’augurio è che il Napoli possa ottenere l o stesso risultato dello scorso anno, quando gli uomini di Rafa Benitez sconfissero i marsigliesi con le reti di Inler e la doppietta di Higuain.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=RDAnfufCxb0[/youtube]

 

Potrebbe anche interessarti