In Germania il calcio si fa donna: Bibiana Steinhaus arbitra in Bundesliga

Una svolta nei confronti del gentil sesso è avvenuta in Germania dove, in occasione della partita di Bundesliga tra Herha Berlino e Werder Brema a dirigere la gara è stata una donna: la signora Bibiana Steinhaus.

Un episodio mai avvenuto fino ad ora nei primi cinque principali campionati europei. La trentottenne, che nella vita privata svolge il lavoro di agente di polizia, è dal 2007 nel mondo professionistico ma soltanto ieri ha fatto il suo debutto nella massima divisione tedesca.

Gli elogi non sono mancati visto che il suo operato è stato giudicato positivamente sia dai media che dagli osservatori arbitrali tedeschi.

C’è da dire che il mondo della sfera di cuoio sta provando di dare una svolta in rosa già da diverso tempo cercando, è il caso di dirlo, di dare un calcio ai pregiudizi.

Anche l’Italia, da questo punto di vista ha dato il suo contributo con Cristina Cini che, dal 2002 al 2010 è stata assistente arbitrale per la CAN di A e B riuscendo anche ad avere la promozione ad internazionale.

E chissà che, in un mondo fatto di polemiche, in cui si cerca la tecnologia come supporto, la svolta rosa non possa che portare soltanto benefici. Di certo, l’episodio di ieri, se dovesse ripetersi anche in altri paesi, non potrebbe che far bene dando un messaggio forte attraverso un gioco molto popolare qual è il calcio, verso i confronti di tematiche sociali purtroppo ancora calde come la violenza sulle donne e la discriminazione nei confronti del sesso debole.

Una cosa è certa: il calcio (per fortuna) non è più solo roba da maschi.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più