Gad Lerner: “Sud Italia come la Grecia. Tutta colpa della crisi!”

 

crisi-grecia

La situazione che la Grecia ormai vive da diverso tempo, non solo diventa sempre più d’interesse mondiale, ma ancora una volta diventa termine di paragone per l’Italia.

Solo pochi giorni fa, il cantante Giuseppe Povia, pubblicò sulla sua pagina Facebook, una canzone dove esprimeva il suo pensiero sulla “questione Grecia”,  dicendo che ciò che sta accadendo in Europa oggi, è molto simile al “furto” che arri fa il Nord Italia fece ai danni del Meridione. Oggi a riprendere in considerazione questo termine di paragone è Gad Lerner, per lui Puglia, Sicilia, Calabria e Campania, vivono esattamente la stessa identica situazione di disagio economico che vive la Grecia.

LEGGI ANCHE
Valentina Lodovini: "Al meridione non ci sono cittadini di serie B"

A sostenere questo suo pensiero sono alcuni parametri che lo stesso Lerner ha elaborato, come il crollo dei consumi familiari, il reddito pro capite, il tasso di disoccupazione, l’aumento della povertà, tutti parametri che incidono notevolmente su quello che è un vero e proprio crollo che le regioni italiane prima citate stanno vivendo. I dati analizzati da Gad Lerner però non sono certificati, sono solo un susseguirsi di ipotesi tramandate “per sentito dire”, ma che non hanno alcune fonte certificata, se non il fatto che lo stesso Lerner, sostiene che ci siano grandi aziende con prodotti con prezzi specifici per il Sud Italia

E’ fitto quello che si legge su fanpage.it in merito al post di Gad Lerner, dove le parole del giornalista italiano vengono pesate e anche messe in discussione, lui che paragona la Grecia al Sud Italia, facendo della crisi economica il capro espiatorio per giustificare l’enorme divario che regna tra Nord e Sud, ma non è questo il punto, perché per quanto Gad Lerner provi a giustificare le differenze tramite dati studiati da lui, la storia racconta un’altra verità, quella che in un certo senso anche Povia ha cantato quando ha fatto riferimento al furto del Nord Italia ai danni del Sud.

LEGGI ANCHE
Rapporto Svimez 2017: il Sud cresce ma non si ferma la fuga di cervelli

L’Italia meridionale fu messa in ginocchio quando avvenne l’unità e anche se i libri di storia e oggi Gad Lerner, vogliono dire altro, è bene avere la consapevolezza di come sono andate le cose: a dividere l’Italia è stata “l’unità”.

 

Potrebbe anche interessarti