Maxi Sequestro ad un giornale napoletano per truffa allo Stato

Denaro_2

Maxi sequestro di ingenti somme di denaro da parte della Guardia di Finanzia di Napoli per fermare l’illecito traffico della società Editoriale “Il Denaro”, proprietaria del famoso giornale ed a cui appartiene anche la cooperativa Edizioni del Mediterraneo. 

Come riportato dal Fattoquotidiano.it, grazie all’intervento del procuratore Fausto Zuccarelli, è stata confiscata ad Alfonso Ruffo, direttore e cofondatore della famosa testata giornalistica, la cospicua cifra di ben 16 milioni di euro. Su di lui grava l’accusa di truffa aggravata per aver erogato fondi editoriali pubblici. Nello specifico, si è scoperto che, tra l’anno 2007 ed il 2011, la falsa cooperativa esistente escludeva i soci dalla gestione, per trarre profitto dai contributi pubblici editoriali (pari a circa 11 milioni di euro).

Ecco quanto il procuratore Fausto Zuccarelli ha documentato: “La Edizioni del Mediterraneo era “priva dei requisiti soggettivi previsti per poter beneficiare delle sovvenzioni, operando in assenza della causa mutualistica ed essendo i soci cooperatori di fatto esclusi dalla gestione della società. La cooperativa grazie alla contabilizzazione di componenti positivi di reddito riconosciuti alla stessa dalla Editoriale Il Denaro al fine esclusivo di preservarne il capitale sociale ed evitarne lo scioglimento”. 

Insomma, una maxi truffa ai danni dello Stato, che per fortuna è stata smascherata.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più