Turista tocca la barca di Carlo III, la risposta: “l’avviso è in italiano”

turista francese
Foto da “Il Corriere del Mezzogiorno”

Avete mai visitato il museo navale della Certosa di San Marino? E’ un museo davvero caratteristico e ricco di navi di ogni epoca, tra cui la barca di Carlo III. Unica pecca? La poca cura turistica del sito, che accomuna molti musei napoletani. In questo caso si tratta della mancanza di traduzione delle scritte rivolte ai turisti, ad esempio proprio vicino alla gondola del re Carlo III c’è un cartello che recitavietato toccare le opere esposte ma è scritto solo ed esclusivamente in italiano. A riferirlo è Il Corriere del Mezzogiorno.

Naturalmente i turisti italiani leggono il cartello e non toccano le opere ma per quelli stranieri è molto più difficile. Così che vengono rese pubbliche foto di turisti, come quella di una turista francese (in foto), che toccano l’opera d’arte, tamburellano sui bordi della barca ed alcuni addirittura si appoggiano alle gondole. Chiaramente sarebbe educazione non toccare le opere del museo, questo lo sappiamo tutti e vale per tutto il mondo ma se non si scrive l’avviso in una lingua comprensibile a tutti, come l’inglese, non si può neppure pretendere che la gente rispetti questa regola.

Siamo naturalmente pieni di opere d’arte in Campania, così come in molte altre parti d’Italia, ma è anche necessario avere un po’ di accortezza e renderle fruibili nel modo giusto a tutti!

Potrebbe anche interessarti