MESSAGGIO POLITICO ELETTORALE

Il giudice di “Junior MasterChef” sarà Gennaro Esposito, napoletano DOC

Gennaro Esposito

La prossima edizione di “Junior MasterChef”, il talent show che verrà trasmesso su Sky Uno ed i cui protagonisti saranno dei giovanissimi ed aspiranti cuochi, per lo più bambini, avrà uno chef d’eccellenza: si tratta del napoletano Gennaro Esposito, che sostituirà Lidia Bastianich. Ad affiancarlo ci saranno Alessandro Borghese e Bruno Barbieri.

Ricordiamo che lo chef, nato nel 1970 a Vico Equense, ha iniziato in giovane età a lavorare in un bar locale ed ha scoperto ben presto di avere un’innata e forte passione per la cucina: durante il suo percorso ha incontrato chef famosissimi, quali Giancarlo Vissani ed Alain Ducasse, suoi maestri. Per un periodo ha lavorato a Parigi, presso le cucine del “Louis XV” di Montecarlo e del “Plaza a Athènèe” di Parigi. Ritornato poi nella sua città natale, nell’anno 1992, ha iniziato a lavorare presso “La Torre del Saracino”. 

La Torre del Saracino - Vico Equense
La Torre del Saracino – Vico Equense

Le riprese del programma inizieranno a fine agosto. Grossa curiosità aleggia intorno a questa nuova edizione. Grande entusiasmo si evince dalle sue dichiarazioni rilasciate al Corrieredelmezzogiorno.it: è molto felice per aver avuto la possibilità di lavorare a contatto con i bambini, che gli permetterà di capire qual è il loro approccio con il cibo, quali le loro preferenze. Importante divulgare la cosiddetta “cultura del buon cibo” tra i più piccini affinché riescano a seguire un corretto regime alimentare da subito ed avere una maggior consapevolezza che mangiare sano è uno dei primi passi fondamentali per prevenire diverse problematiche a livello salutare. A tal proposito ricordiamo l’importanza della dieta mediterranea di cui abbia trattato in precedenti articoli ed a cui è stato dedicato un intero museo.

Lo chef, inoltre, ha fatto qualche accenno ad un progetto in itinere, incentrato sull’educazione in ambito alimentare e la conseguente costituzione di un Comitato Scientifico che aiuti a svolgere il lavoro. Così ha commentato: “Sono padre di Emanuele, che oggi ha quasi 2 anni, e già sembra attratto dai fornelli. Con mia moglie Ivana cerchiamo di prestare molta attenzione a quello che mangia e vorrei condividere la mia esperienza di chef e di padre. In quest’ottica sarebbe un mio grande desiderio riuscire a realizzare un progetto legato all’educazione alimentare, che possa servire da strumento a tutti quelli che si occupano dell’alimentazione dei più piccoli. Stiamo pensando di costituire un Comitato Scientifico che con me, nei prossimi mesi, possa occuparsi di sviluppare il lavoro”.

E voi siete curiosi di vedere questa nuova edizione del talent show?

Potrebbe anche interessarti