Ercolano, una volta ci abitavano i Birra. Diventerà centro antiviolenza

cso resina bene confisc

Un bene una volta abitato da camorristi, diventerà Centro Antiviolenza a cura di Radio Siani, la web radio della legalità, anti-camorra e denuncia sociale con sede in un appartemento confiscato alla camorra. Ecco la nota del Comune della città degli Scavi:

Un appartamento al piano di terra di un fabbricato di corso Resina, confiscato al clan Birra di Ercolano, è stato consegnato a Radio Siani. Presenti alla cerimonia di consegna il sindaco Ciro Buonajuto, l’assessore alle Politiche Sociali Giuseppe Tesoriero, il presidente del Consiglio comunale Luigi Simeone ed i vertici della Tenenza di Ercolano dei Carabinieri e del Comando di Polizia Municipale. Dopo lo sfondamento di una porta e una finestra blindata, l’appartamento un tempo abitato dai familiari del boss Giovanni Birra sono stati consegnati a Radio Siani che allestirà nei locali un Centro Antiviolenza.

«Si tratta di un segnale importante che testimonia il valore della lotta alla criminalità organizzata portata avanti da anni in città da istituzioni, forze dell’ordine e, soprattutto, cittadini che hanno avuto il coraggio di ribellarsi alla camorra. Sarà straordinario quando questo posto che per tanti anni ha rappresentato un luogo di paura, diventerà un luogo di accoglienza per le persone in difficoltà», così il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più