Tragedia sul lavoro: giovane napoletano muore per “abbuscarsi la giornata”

Ambulanza

Solo 24 anni, aveva Gioacchino Verde, morto in un incidente sul lavoro a Casandrino (Napoli). Il giovane operaio, residente a Sant’Antimo, è stato trovato dai colleghi in fin di vita a terra, vicino all’impastatrice di cemento nel cantiere edile dove lavorava.

L’incidente è avvenuto intorno alle 9.30. La vittima stava istallando un impianto elettrico, quando è rimasto folgorato da una scossa elettrica e un’ora dopo circa dell’accaduto, è morto. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Grumo Nevano per le indagini e i sanitari del 118.

Ennesima vittima sul posto di lavoro, operai troppo poco tutelati e costretti spesso a lavorare in condizioni precarie. Intanto c’è dolore ed incredulità a Sant’Antimo, dove Gioacchino era molto noto. Accanito tifoso del Napoli, i suoi amici sui social scrivono: “Purtroppo è morto per “abbuscarsi” (guadagnare) la giornata di lavoro“, come riferisce Retenews24.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più