Aiutiamo Zoe, la piccola affetta da paralisi celebrale. Ecco come fare

Zoe

Al Tempio di Serapide a Pozzuoli venerdì 25 settembre alle ore 20,00 si terrà un evento con musica e buffet organizzato da Franco Testa, presidente di Africa In Testa Onlus, per poter aiutare Zoe, una bimba affetta da paralisi celebrale: “La mission della manifestazione è raccogliere fondi, per sostenere concretamente la famiglia”.

La storia di Zoe arriva dal blog Laltrapozzuoli.blogspot.it. Zoe è nata in Inghilterra e da quando aveva 7 mesi vive in Italia con la sua famiglia: “Ci eravamo accorti che Zoe non era come tutti gli altri bambini anche se non era stato segnalato dai medici. Il suo piccolo corpo in tenera età non si manteneva da solo”.

Dopo tre anni e mezzo di dubbi alla piccola è stata diagnosticata una paralisi celebrale con diplegia spastica peggiorata da terapie e cure sbagliate. Solo nel 2014 Zoe è stata portata al centro di riabilitazione intensiva di Adeli Medical Center a Britislava. E’ stato grazie a quelle lunghe terapie che la piccola ha avuto miglioramenti. Le cure, i trattamenti e la riabilitazione sono processi molto costosi che il servizio sanitario nazionale non rimborsa.

E’ proprio per questo motivo che la mamma di Zoe chiede aiuto: “Dal centro Adeli siamo poi giunti al Dott. Repetunov a Madrid, che usa una tecnica unica al mondo ‘Metodo Ulzibat’ applicata alla fibrotomia graduale. Per poter affrontarle queste spese più quelle successive della riabilitazione ho assoluto bisogno del vostro aiuto. Vi chiedo, dal profondo del mio cuore, di aiutarci ad affrontare le spese per effettuare questa cura e regalare così a Zoe la speranza di vedere un giorno realizzato il suo sogno… quello di poter camminare e condurre una vita normale come tutti i bambini”.

Per aiutare Zoe con una donazione online clicca qui.

Potrebbe anche interessarti