E’ napoletano e preparerà la pizza per i poveri di Papa Francesco

mensa

Cucinerà ogni mese la pizza per i poveri del Vaticano. È il maestro pizzaiolo Vincenzo Staiano, del locale “O zi’ Aniello”. Una volta al mese salirà a Roma per preparare la sua rinomata pizza ai poveri che ogni giorno affollano la mensa gestita dalle suore di madre Teresa di Calcutta.

Staiano, inoltre, ha regalato alla mensa un forno a legna, in modo che si possa gustare la stessa pizza che lui cucina nel suo locale a Lettere, sui monti Lattari.

Allestiremo una pizzeria e prepareremo noi la cena, un martedì al mese – annuncia Staiano a Fanpage.itL’ho proposto a papa Francesco, che ha accolto bene questa mia richiesta. È una grande emozione per noi, dopo aver fatto gustare la nostra pizza al Papa, adesso potremo servirla anche ai “suoi” poveri.” Vincenzo fece assaggiare la sua pizza a papa Francesco durante una cena di gala tenuta in occasione della Festa della Gendarmeria Vaticana. Furono offerti tre assaggi di pizza: margherita, bufala e pomodori, e la “Jacone”, con noci di Sorrento, porcini del monte Megano, Provolone del Monaco, fiordilatte e provola, tutto innaffiato dal vino frizzante di Lettere.

La pizza – continua – è il piatto povero per eccellenza, è diffusa e conosciuta in tutto il mondo e ha una funzione sociale importantissima, a partire dai più giovani. Davanti ad una pizza siamo tutti uguali ed è un pasto accessibile praticamente a tutti: con 5 euro a persona si riesce a cenare un’ottima pizza con una bibita”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più