Torre del Greco. Colpo grosso nella villa di famosi corallari

Lavorazione corallo

La scorsa notte la villa di una delle più importanti famiglie di corallari di Torre del Greco è stata vittima di un maxi furto. La residenza in questione è quella della ditta Mazza, in via Guglielmo Marconi 43, una delle strade principali del centro e vicinissima alla Questura.  Nello stabile ci sono alcuni appartamenti di membri della famiglia, ma anche locali utilizzati dalla ditta, gestita da Crescenzo Mazza ed il figlio Eugenio, come laboratori orafi e una piccola ala adibita a museo per dei pezzi unici e particolarmente preziosi. Particolare che i ladri conoscevano bene.

Secondo quanto riportato dal Mattino, è proprio in questa parte dell’edificio, infatti, che gli imprenditori, all’apertura, hanno trovato un buco nel muro, probabilmente utilizzato per entrare. Inoltre la cassaforte è stata scassinata e tutti gli ambienti messi a soqquadro nella ricerca di qualunque bene di valore. Subito sono stati allertati gli agenti del vicino comando della Polizia. Gli agenti e gli specialisti della scientifica giunti sul posto, coordinati dal primo dirigente Davide Della Cioppa, hanno rinvenuto già alcune tracce che potrebbero far risalire ai colpevoli.

La refurtiva, intanto, comprende contanti, culture e gioielli in avorio, corallo ed oro, pezzi unici ed artistici per un valore pari ad oltre 500.000 euro. Viene da domandarsi come un simile colpo possa aver avuto luogo senza attirare l’attenzione di qualcuno, specialmente passando inosservato ai poliziotti della vicina stazione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più