Il 10 non si tocca? Ecco la scritta che ha diviso i napoletani

scritta ponte via cilea

Lorenzo Insigne non ha più nulla da dimostrare a nessuno. Il ragazzo si è fatto strada tra i campioni, ha dimostrato di avere personalità, grinta e bravura. Nell’ultima partita, dove il Napoli ha letteralmente schiacciato il Milan con un risultato di 4 a 0, ha dominato la scena con una performance da vero campione: un assist e due gol tra il boato della gente. Un risultato che ha scatenato il San Paolo.

La partita perfetta per “Lorenzino” che, nonostante tutto, deve accontentarsi di quel numero 24 che comincia a diventare un peso piuttosto scomodo sulla schiena del napoletano. Il dibattito si apre tra favorevoli e contrari: la maglia numero 10 va sbloccata e riassegnata a chi sta rendendo grande il Napoli, oggi? I media spingono: la storia scritta da Diego Armando Maradona non potrà mai essere cancellata o sostituita, eppure oggi c’è chi, come Lorenzo, sta contribuendo a scrivere nuove pagine fatte di vittorie, batticuori e gloria.

Il numero dieci? Qui a Napoli è stato sulle spalle del giocatore più forte di tutti i tempi; quindi è intoccabile. È giusto che il club abbia ritirato la maglia di Maradona” risponde Insigne a chi gli chiede di quel fatidico 10 cristallizzato nella storia di un passato che fu.

Una scritta comparsa sul ponte di via Cilea spiega cosa ne pensano i tifosi. Quel 10 non va toccato: “C’è chi ha sudato la maglia e fatto la storia. La 10 non si tocca, è motivo di vanto e gloria!”

E voi cosa ne pensate?

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più