Il Papa ha un tumore al cervello, la risposta del Vaticano

Papa Francesco

Una piccola macchia scura nel cervello, un tumore benigno curabile senza alcun intervento chirurgico: è questo ciò che ha affermato il Quotidiano Nazionale riguardo lo stato di salute di Papa Francesco.

Secondo quanto pubblicato dal suddetto giornale, Bergoglio avrebbe un tumore al cervello scoperto dopo una visita avvenuta qualche mese fa a Pisa, dove ad attendere il Papa c’era lo specialista giapponese Takanori Fukushima.

La notizia ha fatto immediatamente il giro del mondo e inevitabile è stata la smentita del Vaticano: “La diffusione di notizie totalmente infondate sulla salute del Santo Padre da parte di un organo di stampa italiano è gravemente irresponsabile e non è degna di attenzione. – ha dichiarato Padre Lombardi, portavoce della Santa Sede – Inoltre, come tutti vedono, il Papa svolge sempre senza interruzione la sua intensissima attività in modo assolutamente normale”.

Smentita a cui il direttore di Qn, Andrea Cangini, ha così risposto: “La smentita è comprensibile ed era attesa. Abbiamo a lungo tenuta ferma la notizia per fare tutte le verifiche del caso, non abbiamo il minimo dubbio sulla sua fondatezza. Ci siamo seriamente interrogati se pubblicarla o meno. Abbiamo ritenuto che quel che a nostro avviso vale per un capo di Stato o di governo valga anche per il Papa: l’enorme responsabilità pubblica di cui queste personalità sono gravate ci porta a credere che il diritto dell’opinione pubblica ad essere informata sia più importante del diritto alla riservatezza”.

Qn afferma inoltre che il Papa si sia recato a Pisa a bordo di un elicottero, ma anche questo episodio è stato smentito: “Non c’è stato nessun volo di elicottero dal Vaticano alla Toscana, se non quello per i sopralluoghi per la visita del Papa a Prato e Firenze in programma il 10 novembre”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più