“Morto per torture umane”, l’annuncio funebre del cane apparso in Campania

Manifesto funebre
Manifesto funebre

Un gesto di estrema sensibilità, volto a sensibilizzare la cittadinanza e a denunciare le violenze contro gli animali. Nei giorni scorsi a Baiano, in provincia di Avellino, è apparso un manifesto funebre che immortala un cane con una corda, legato ad un cancello. La notizie è riportata da Fanpage.it

Si tratta di un un quadrupede randagio morto a Mugnano di Napoli che ha avuto nella giornata di ieri la degna sepoltura grazie all’umanità del “Riposo di Snoopy“, struttura fondata da due donne napoletane dove sono accolti tanti animali. Un cimitero per i nostri amici a quattro zampe in un’area verde nel bel mezzo dell’irpinia.

Sul manifesto funebre si legge così: “Morto a seguito di torture umane“, poi l’invito “le ceneri saranno custodite nel cimerarium del cimitero. I cittadini sono invitati a partecipare contro la violenza sugli animali“.

La nascita di strutture come cimiteri per animali in tante altre zone del nostro Paese potrebbe favorire una educazione finalizzata ad estirpare o quantomeno a limitare l’assurda e ingiustificata violenza che molti animali sono costretti a subire.

Il cane ne è da esempio. L’animale maggiormente amato dall’essere umano ma al tempo stesso abbandonato e ripudiato come se si trattasse di un oggetto. A tante persone che amano poco o smettono di farlo, suggeriamo di visitare a Mondragone il museo dedicato al cane.

 

 

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più