Finiti i lavori: il Duomo come la Notre Dame parigina. Trovati affreschi angioini

duomo

Pochi giorni fa, in un precedente articolo, abbiamo parlato dei fondi Unesco che Napoli non avrebbe utilizzato per la riqualificazione del centro storico. In 7 anni, secondo quanto dichiarato da Il Corriere del Mezzogiorno, non avrebbe concluso nessuno dei lavori iniziati e previsti.

Sempre Il Corriere del Mezzogiorno, oggi riferisce che finalmente i lavori al Duomo di Napoli sono terminati. Tra non molto napoletani e turisti potranno usufruire della terrazza della Cattedrale e godere della splendida vista della città. E’ la prima opera realizzata grazie ai fondi del grande progetto Unesco per il Centro storico, di cui 4 milioni di euro per migliorare la fruizione turistica del Duomo.

Gli interventi hanno permesso il restauro di alcune cappelle, il rifacimento del sottotetto della navata sinistra e la terrazza. Sarà una passeggiata turistica sul tetto come avviene per il Duomo di Milano o per Notre Dame di Parigi ma con un panorama unico. Inoltre sul tetto del Duomo sarà possibile ammirare gli affreschi trecenteschi della preesistente cattedrale angioina, rinvenuti durante i lavori, insieme all’antica macchina in legno che sostiene tutto il tetto a cassettoni del Duomo.

Grazie ad un ascensore, situato nell’attuale sacrestia, si accederà al tetto, in cui il camminamento partirà dalla terrazza, fiancheggiando la parte destra del transetto, per giungere sopra il lato sinistro della cappella di Santa Restituta. Il restauro ha compreso anche la cappella di Santa Restituta dei Neri, detta anche “Tesoro vecchio”, che si trova entrando nel Duomo a sinistra, sopra ad una scala. Qui prima erano custodite le ampolle con il sangue di San Gennaro che dalla finestra antistante venivano mostrate al popolo. Furono poi spostate quando nel 1557 il tesoriere Mariano Catalano, cadde per l’antica scala lignea a chiocciola con le reliquie del santo tra le mani, che furono spostate nella Cappella del Tesoro e dunque in un luogo più sicuro.

Gli altri interventi hanno riguardato il rifacimento del tetto della navata sinistra e la tinteggiatura delle volte. Nella Cappella Seripando sono venuti alla luce affreschi coperti dagli interventi successivi. Quello del Duomo è uno dei tre cantieri del centro storico finanziati dall’Unesco che verrà terminato rispettando la scadenza dell’Unione europea del 31 dicembre.

Potrebbe anche interessarti