In memoria di Luigi Condurro, una “pizza” che profuma di storia…

luigi condurro corona

La recente scomparsa di Luigi Condurro ha portato via dalla nostra città un pezzo di storia dell’artigianato nostrano. Ma la saggezza della continuità vuole che la conoscenza, tramandata dalle mani dei maestri, si annidi nella nostra cultura, diventato fonte di ispirazione per chi ama imparare.

La pizza. Un intero universo recintato in un piatto, una filosofia di sapori che mai smetterà di essere raccontata, diviene il simbolo floreale di quel figlio d’arte che tanto l’amava. Ai funerali di Luigi Condurro, una corona di fiori che richiama forma e colori della pizza, è stata creata in suo onore.

“Per il nostro maestro pizzaiuolo Luigi Condurro – gli operai dell’Antica Pizzeria da Michele” si legge sul bigliettino commemorativo.

Petali di fiori e foglie sono stati incastrati e uniti per richiamare il verde, il rosso e il bianco della nostra pizza; un cordone spesso e rotondo è stato messo ai margini per diventarne il cornicione.

L’immagine è stata, inoltre, postata su Facebook, raccogliendo innumerevoli commenti di stima e nostalgia: del resto, l‘immortalità risiede in ciò che lasci. Ognuno di noi ri-nascerà nei ricordi e negli affetti che non si porta via. E nulla più di una pizza profumata poteva rappresentare l’emblema della memoria d’ò figlio ‘e Michele.

Potrebbe anche interessarti