Truffe agli anziani: Le tre cose da insegnare per evitarle

truffe

Le truffe alle persone anziane diventano un fenomeno sempre più esteso. Ed è sempre molto difficile, in seguito individuare i malfattori. Tuttavia questa volta, il truffatore è stato preso in fragranza di reato: si tratta di Antonio Salvati, 33enne di Sant’Antimo.

Già nei giorni precedenti Salvati e altri 3 sospetti furono individuati dalle forze dell’ordine di Torre del Greco, le quali, dopo un controllo in banca dati, confermarono che i quattro avevano precedenti per truffa e, pertanto, i sospetti erano fondati.

Dopo poco, il colpo mal riuscito. Giovedì mattina, un 93enne di Massa di Somma, avrebbe ricevuto una telefonata dal “nipote”, il quale gli avrebbe chiesto di anticipare 800 euro ad un corriere che poi avrebbe bussato al suo citofono. L’anziano, con la volontà di aiutare il nipote, ma, allo stesso tempo, non totalmente certo dei fatti, avrebbe telefonato alla figlia, la quale lo avrebbe avvertito di non aprire a nessuno e chiama subito i carabinieri.

La pattuglia, all’arrivo, trova ai citofoni dell’anziano Antonio Salvati con un pacco nella mano. Lo avrebbe intimato di fermarsi e lo avrebbe arrestato per truffa aggravata.

Quest’episodio ed altri ancora hanno fatto si che in alcune parrocchie vesuviane si effettuassero corsi alle persone anziane sulla prevenzione di atti del genere. I corsi sono stati tenuti dalle forze armate dei Carabinieri, a Torre del Greco (SS.Crocifisso) e a Castellammare di Stabia (nella parrocchia del Carmine).

Le lezioni vertevano su:

  • spiegazione dei tipi di truffa più diversi: dalle finte telefonate come nell’episodio suddetto ai finti medici e finte prestazioni professionali;
  • avvertimenti circa i metodi dei truffatori, i quali studiano la persona e ne conoscono ogni peculiare informazione;
  • L’importanza di chiedere subito aiuto ai vicini, ai parenti o alle forze dell’ordine.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più