Il Vaticano nelle mani di un uomo del Sud scelto dal Papa in persona

mammì

Da oltre vent’anni Gianfranco Mammì lavora nello IOR ed ora è stato scelto, dal Papa in persona, per diventare il Direttore dell‘Istituto per le Opere religiose.

Papa Francesco ha preferito premiare chi, da sempre, fa parte della famiglia dell’istituto, ne conosce le dinamiche, la politica e la gestione. E non solo. La sua scelta è ricaduta su chi già conosceva personalmente, poiché quando il nostro papa era vescovo di Buenos Aires, Mammì, si occupava all’interno dello Ior, dello sviluppo con la clientela, sia per quanto riguarda la Curia romana sia nelle zone ispanofone, mantenendo rapporti quindi, anche con  Bergoglio stesso.

Gianfranco Mammì, già vice-direttore dello Ior, sarà coadiuvato da Giulio Mattietti, in attesa della nomina del nuovo vice. Ed è stato Papa Francesco a dare notizia della sua decisione direttamente al Consiglio di Soprintendenza, con il quale si è intrattenuto per 20 minuti, la scorsa mattina. La nomina è stata approvata dalla Commissione Cardinalizia di Vigilanza e dall’autorità di regolamentazione AIF.

Mammì, laureato in scienze politiche all’Università di Messina, ma originario di Siderno, Reggio Calabria, ha iniziato la sua carriera presso lo Ior nel 1992, con le iniziali mansioni di cassiere e di responsabile dell’area sportelli agenzia. La sua carriera ha visto diversi ruoli all’interno dell’istituto fino al 6 marzo, data in cui divenne vice direttore. Ed ora l’ultimo step.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più